Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 23kWORD 39k
10 novembre 2009
E-5075/2009(ASW)
Risposta data da Androulla Vassiliou a nome della Commissione
Riferimento dell'interrogazione: E-5075/2009

Il regolamento (CE) n. 1/2005(1) del Consiglio sulla protezione degli animali durante il trasporto ha introdotto numerosi provvedimenti volti a migliorare le condizioni di trasporto per tutti gli animali. Inoltre esso contiene misure specifiche per la protezione dei cavalli. In particolare per lunghi percorsi, il regolamento prevede il trasporto dei cavalli in box individuali.

La Commissione è consapevole del fatto che le disposizioni attuali non sono sufficientemente applicate in particolare nel caso dei cavalli.

Gli Stati membri sono principalmente responsabili dell'applicazione giornaliera della legislazione comunitaria relativa al trasporto degli animali. La Commissione tuttavia controlla il lavoro delle autorità competenti degli Stati membri attraverso visite regolari di esperti del servizio d'ispezione della Direzione generale salute e tutela dei consumatori (Ufficio alimentare e veterinario) della Commissione. I risultati delle loro ispezioni possono essere consultati sul sito internet della Commissione al seguente indirizzo:
http://ec.europa.eu/food/fvo/index_en.cfm

Se esistono delle prove, basate su dati coerenti, sufficienti e affidabili, che uno Stato membro non attua le disposizioni dell'UE, la Commissione può prendere in considerazione la possibilità di avviare una procedura di infrazione in conformità dell'articolo 226 del trattato.

Inoltre, l'articolo 32 del regolamento prevede che prima del mese di gennaio 2011, la Commissione presenti al Parlamento europeo e al Consiglio una relazione concernente le ripercussioni del presente regolamento sul benessere degli animali trasportati e sui flussi commerciali di animali vivi. In particolare la relazione tiene conto delle prove scientifiche delle esigenze di benessere degli animali e della relazione sull'attuazione del sistema di navigazione satellitare, nonché delle implicazioni socio-economiche del presente regolamento, compresi gli aspetti regionali. La relazione può essere corredata, se necessario, di appropriate proposte legislative.

(1)Regolamento (CE) n. 1/2005 del Consiglio, del 22 dicembre 2004, sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate che modifica le direttive 64/432/CEE e 93/119/CE e il regolamento (CE) n. 1255/97, GU L 3 del 5.1.2005.

Note legali - Informativa sulla privacy