Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 28kWORD 42k
23 febbraio 2010
E-0862/10
INTERROGAZIONE SCRITTA E-0862/10
di Konrad Szymański (ECR)
alla Commissione

 Oggetto: Nocività delle lampadine a basso consumo energetico per la salute umana e aspetti economici ed ecologici della loro produzione e riciclaggio
 Risposta scritta 

Nel novembre 2009 un gruppo di ricercatori polacchi del dipartimento di chimica del Politecnico di Rzeszów ha inviato una lettera alla Commissione per presentare una serie di prove concrete circa gli effetti dannosi delle lampade fluorescenti compatte integrali sulla salute umana. I ricercatori hanno messo in dubbio le disposizioni del regolamento (CE) n. 244/2009(1) che prevedono il graduale ritiro delle lampadine tradizionali a favore delle cosiddette lampadine a basso consumo energetico. Inoltre hanno segnalato che le ragioni economiche ed ecologiche sono insufficienti e inconcludenti per imporre l’introduzione delle lampade fluorescenti compatte integrali. In relazione a quanto sopra esposto la Commissione è invitata a rispondere alle seguenti domande:

1. Perché nel processo di ritiro dal mercato delle lampadine tradizionali viene marginalizzata la questione degli effetti nocivi sulla salute umana dei composti di mercurio presenti nelle lampade fluorescenti compatte integrali?
2. Può la Commissione far sapere se sono stati studiati, prima dell’attuazione del regolamento, gli effetti di tali lampade sulla diffusione dei casi di glaucoma e depressione nonché gli effetti negativi sulle persone che soffrono di emicrania ed epilessia?
3. Quali rischi comporta il guasto di una lampada in casa per le persone che vi abitano?
4. Ritiene la Commissione importante la trasmissione di informazioni complete sui pericoli legati all’utilizzo delle lampade fluorescenti compatte integrali?
5. Sono stati analizzati i costi e l’efficacia del riciclaggio delle lampade fluorescenti compatte integrali prima dell’entrata in vigore del progetto di regolamento?
6. Perché da una parte si decide di ritirare dalla produzione i termometri al mercurio e dall'altra si costringono i consumatori a utilizzare prodotti assai diffusi quali le lampade a fluorescenza, che contengono composti di mercurio dannosi per la salute?
7. È vero, come sostengono i ricercatori, che la produzione di una lampada a fluorescenza richiede una quantità di energia dieci volte superiore rispetto a una lampadina tradizionale?
8. È vero, come sostengono i ricercatori, che la sostituzione simultanea e una tantum di tutte le lampadine tradizionali con lampadine a basso consumo energetico risulterebbe in un risparmio nel consumo di energia di alcuni punti percentuali?
9. Può la Commissione far sapere se tale risparmio energetico non viene assorbito da un maggiore consumo di energia per la produzione e il riciclaggio delle lampadine a basso consumo energetico?

(1)GU L 76 del 24.3.2009, pag. 3.

Lingua originale dell'interrogazione: PLGU C 138 E del 07/05/2011
Note legali - Informativa sulla privacy