Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 36kWORD 39k
7 febbraio 2011
E-000724/2011
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-000724/2011
alla Commissione
Articolo 117 del regolamento
Cristiana Muscardini (PPE)

 Oggetto: Cani in vendita a rate
 Risposta scritta 

In Italia, alcuni allevatori hanno iniziato a vendere su Internet animali di razza «a rate». Questa pratica prevede un finanziamento da restituire con modeste rate mensili anche in 7 anni. In alcuni casi è addirittura previsto il diritto di recesso e la garanzia. Nel caso in cui l'acquirente si riveli poi insolvente, secondo la legislazione italiana, l'animale potrà essere pignorato, sequestrato e portato in un canile o finire all'asta; nella migliore delle ipotesi potrebbe essere dato in affidamento a un privato. E ancora, gli animali restituiti in garanzia perché malati potranno venire soppressi, eccetto i pochi fortunati che riusciranno a trovare una famiglia affidataria.

Di fatto si trattano esseri viventi alla stregua di elettrodomestici.

Nella consapevolezza che non esiste alcuna legislazione armonizzata dell'UE sul benessere degli animali da compagnia, può dire la Commissione se è al corrente di tali pratiche?

Può essa indicare se sono in contrasto con la normativa europea?

Intende la Commissione tenere conto di questi fatti nella preparazione della sua seconda strategia UE per il benessere degli animali, prevista per dicembre 2011?

 GU C 286 E del 30/09/2011
Note legali - Informativa sulla privacy