Interrogazione parlamentare - E-006633/2011Interrogazione parlamentare
E-006633/2011

    Garante permanente del programma di controllo delle transazioni finanziarie dei terroristi

    Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-006633/2011
    alla Commissione
    Articolo 117 del regolamento
    Alexander Alvaro (ALDE) , Sophia in 't Veld (ALDE) , Sonia Alfano (ALDE) , Baroness Sarah Ludford (ALDE) e Jens Rohde (ALDE)

    L’accordo tra l’Unione europea e gli Stati Uniti d'America sul trattamento e il trasferimento di dati di messaggistica finanziaria dall’Unione europea agli Stati Uniti ai fini del programma di controllo delle transazioni finanziarie dei terroristi stabilisce, all’articolo 12, che «il rispetto della rigorosa limitazione delle finalità al controterrorismo e delle altre salvaguardie di cui agli articoli 5 e 6 è oggetto di monitoraggio e supervisione di supervisori indipendenti, compresa una personalità nominata dalla Commissione europea, con l’accordo e fatti salvi i nulla osta di sicurezza appropriati degli Stati Uniti. Tale supervisione comprende il potere di controllare in tempo reale e retrospettivamente tutte le ricerche fatte sui dati forniti, il potere di contestare tali ricerche e, all’occorrenza, il potere di chiedere ulteriori giustificativi in merito al nesso con il terrorismo. In particolare, i supervisori indipendenti sono autorizzati a bloccare qualunque ricerca o la totalità delle ricerche che risulti essere in violazione dell’articolo 5. La supervisione di cui al […], compresa la sua indipendenza, è oggetto di monitoraggio periodico nell’ambito della verifica di cui al […] . L’ispettore generale del dipartimento del Tesoro statunitense garantirà che la supervisione indipendente […] sia effettuata in conformità degli standard di audit applicabili».

    Nell’agosto del 2010, la Commissione europea ha richiesto al dipartimento del Tesoro di approvare un garante UE ad interim, in attesa dell’individuazione di un garante permanente.

    Ha la Commissione già nominato il garante permanente?

    Ha iniziato il garante permanente il suo lavoro?

    Dispone il garante permanente dei nulla osta di sicurezza appropriati?

    I nulla osta di sicurezza di cui dispone sono in qualche modo diversi da quelli degli altri supervisori indipendenti?

    Dispone il garante permanente della piena autorità per controllare in tempo reale e retrospettivamente tutte le ricerche fatte sui dati forniti, di bloccare qualunque ricerca o la totalità delle ricerche che risulti essere in violazione dell’articolo 5, di contestare tali ricerche e, all’occorrenza, di chiedere ulteriori giustificativi in merito al nesso con il terrorismo?

    GU C 128 E del 03/05/2012