Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 42kWORD 26k
17 novembre 2011
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-010355/2011
alla Commissione
Articolo 117 del regolamento
Judith A. Merkies (S&D)

 Oggetto: Microgenerazione
 Risposta scritta 

La microgenerazione riceve un'attenzione crescente nell'UE. Nel 2009, con il lancio di Micropower Europe, il commissario UE per l'energia Günther Oettinger ha posto l'accento sul tema della microgenerazione sottolineando l'importanza di «edifici come centrali energetiche». Nel 2010 il Parlamento europeo ha invitato la Commissione a proporre incentivi e programmi per la microgenerazione. Tuttavia, sebbene gli studi abbiano dimostrato la capacità nonché l'efficienza della microgenerazione, la produzione energetica a livello familiare non è stata inclusa nella proposta di direttiva sull'efficienza energetica e non è stata prevista alcuna strategia europea per la microgenerazione.

Nei Paesi Bassi un'importante barriera fiscale che impedisce l'uso della microgenerazione è costituita dal «problema della compensazione» («salderingsproblematiek»). In generale, le famiglie utilizzano liberamente l'energia generata da microgeneratori privati installati nelle loro proprietà, ad esempio un pannello solare sul tetto della casa o un generatore eoloelettrico in giardino, senza dover pagare alcuna imposta sulla fornitura energetica. Tuttavia, se una comunità o un gruppo di famiglie utilizza congiuntamente un generatore energetico di piccole dimensioni, ad esempio un pannello solare sul tetto di un palazzo o un generatore eoloelettrico all'esterno della proprietà, non si ritiene più che le singole famiglie producano energia per se stesse e ciascuna di loro viene tassata sull'energia fornita. L'eccessiva capacità di un dato periodo (ad esempio, l'estate) non può essere compensata con un'«imposta energetica neutra» dalla capacità insufficiente di un altro dato periodo (ad esempio, l'inverno). Tale tassazione costituisce un ostacolo all'accettazione diffusa della microgenerazione e dissuade molte famiglie o comunità a esplorare generatori energetici di piccole dimensioni.

1. Può la Commissione far sapere se sono in linea con la normativa europea il sistema fiscale olandese sulla fornitura energetica di un piccolo generatore energetico condiviso tra famiglie e l'impossibilità di compensare la capacità insufficiente con la capacità eccedente in modo che l'imposta sia neutra?

2. Intende la Commissione impedire tali regimi fiscali nelle normative future e concorda la Commissione sul fatto che tale regime fiscale rappresenta un ostacolo all'accettazione diffusa della microgenerazione?

3. Quando intende la Commissione istituire una strategia coerente per la microgenerazione al fine di migliorare l'efficienza energetica e l'obiettivo per energie rinnovabili nell'UE?

4. Dispone la Commissione di informazioni sulle diverse barriere fiscali e giuridiche poste alla microgenerazione negli Stati membri?

Lingua originale dell'interrogazione: ENGU C 168 E del 14/06/2012
Note legali - Informativa sulla privacy