Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 44kWORD 26k
21 maggio 2012
E-005140/2012
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-005140/2012
alla Commissione
Articolo 117 del regolamento
Renate Weber (ALDE) , Sonia Alfano (ALDE) , Alexander Alvaro (ALDE) , Cecilia Wikström (ALDE) , Nathalie Griesbeck (ALDE) , Nadja Hirsch (ALDE) , Gianni Vattimo (ALDE) , Baroness Sarah Ludford (ALDE) , Sophia in 't Veld (ALDE) , Louis Michel (ALDE) e Jens Rohde (ALDE)

 Oggetto: Direttiva sulla conservazione di dati
 Risposta scritta 

Diverse corti costituzionali nazionali (in Romania, Germania e Repubblica ceca) hanno dichiarato che le legislazioni nazionali che recepiscono la direttiva 2006/24/CE riguardante la conservazione di dati sono da considerarsi incostituzionali.

Con la sentenza del 5 maggio 2010, la Corte d'appello irlandese (Irish High Court) ha deciso di rinviare la direttiva alla Corte di giustizia dell'Unione europea per una pronuncia pregiudiziale che chiarisca se siano stati violati i diritti fondamentali ai sensi dei trattati dell'UE, della CEDU e della Carta dei diritti fondamentali.

Il 18 aprile 2012, la Commissione ha annunciato che avrebbe avviato una procedura di infrazione nei confronti di alcuni Stati membri (Austria, Repubblica ceca, Germania e Romania) che non hanno recepito la direttiva nella legislazione nazionale. Una procedura di infrazione contro la Svezia è già stata avviata.

Nell'aprile del 2011, la Commissione ha pubblicato una relazione di valutazione sulla direttiva nella quale si afferma che vi sono state discrepanze nel modo in cui lo strumento è stato recepito dagli Stati membri, e che tali disparità hanno condotto a notevoli differenze in materia di limitazione delle finalità, accesso ai dati, periodi di conservazione e protezione dei dati. In conclusione, nella relazione si annuncia che la Commissione presenterà una proposta di revisione del quadro giuridico in materia di conservazione dei dati; si prevede che tale proposta sarà presentata nel luglio 2012.

Può la Commissione fornire informazioni sullo stato di avanzamento del procedimento giudiziario avviato dalla Corte d'appello irlandese?
Intende avviare nuove procedure di infrazione nei confronti di altri Stati membri e, in caso affermativo, contro quali Stati?
Come giustifica la sua decisione di avviare procedure di infrazione mentre una causa è ancora pendente dinanzi alla Corte di giustizia dell'Unione europea e in considerazione del suo annuncio, motivato sulla base dei risultati illustrati nel rapporto di valutazione, che presenterà una proposta di revisione del quadro giuridico in materia di conservazione dei dati?
Può confermare che presenterà una proposta nel luglio 2012 e fornire informazioni circa i contenuti previsti della revisione proposta?

Lingua originale dell'interrogazione: ENGU C 167 E del 13/06/2013
Note legali - Informativa sulla privacy