• ES - español
  • EN - English
  • IT - italiano
  • SL - slovenščina
Interrogazione parlamentare - E-000755/2013Interrogazione parlamentare
E-000755/2013

    Proposta di accordo di cooperazione internazionale con i Paesi dell'emisfero australe per lo scambio di mezzi antincendio

    Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-000755-13
    alla Commissione
    Articolo 117 del regolamento
    Giommaria Uggias (ALDE) , Andrea Zanoni (ALDE) , Lara Comi (PPE) , Antonio Cancian (PPE) , Ramon Tremosa i Balcells (ALDE) , Pino Arlacchi (S&D) , Roberta Angelilli (PPE) , Ivo Vajgl (ALDE) , Marian Harkin (ALDE)

    Nei giorni scorsi l'Australia è stata attraversata da un'ondata di incendi boschivi che hanno interessato prevalentemente la parte più popolosa del Paese, cioè gli Stati del New South Wales e Victoria, oltre che la Tasmania. Alimentati dalle temperature record e dai forti venti, i roghi hanno incenerito oltre 350.000 ettari di foreste, colture e pascoli, minacciando l'incolumità della popolazione civile.

    Il fenomeno degli incendi boschivi interessa da vicino anche l"Europa, in particolare l'area mediterranea, dove secondo i dati EFFIS (Sistema di informazione europeo per gli incendi boschivi) i roghi negli ultimi 30 anni sono stati 1.494.219, per un totale di quasi 15 milioni di ettari di terra andati in fumo. La dimensione transfrontaliera degli incendi boschivi ha indotto le autorità degli Stati membri a porre in essere interventi coordinati e multilaterali nell'ambito del Meccanismo europeo di protezione civile, strumento dell'Unione europea predisposto per rispondere alle emergenze che si verificano in territorio europeo e extraeuropeo (oltre ai 27 Stati membri, ne fanno parte anche Norvegia, Islanda, Lietchtenstein, Croazia e Macedonia), attraverso la condivisione delle risorse di tutti gli Stati membri.

    Considerato che il proliferare di incendi boschivi si concentra nei mesi estivi e che l'avvento della stagione estiva nell'emisfero australe coincide con l'inizio dell'inverno nell'emisfero boreale e viceversa; che gli Stati membri dell'UE dispongono di una consistente flotta aerea, soprattutto Canadair, che durante l'inverno rimane pressoché inutilizzata e che tali velivoli antincendio, secondo gli addetti ai lavori, sarebbero in grado di viaggiare da un emisfero ad un altro nel giro di pochi giorni;

    può la Commissione far sapere:

    GU C 354 E del 04/12/2013