Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 5kWORD 33k
23 marzo 2015
E-008919/2014(ASW)
Risposta dell'Alta Rappresentante/Vicepresidente Federica Mogherini a nome della Commissione
Riferimento dell'interrogazione: E-008919/2014

Nelle sue conclusioni del 12 maggio 2014(1) il Consiglio «Affari esteri» ha dichiarato quanto segue: «I tragici eventi di Odessa del 2 maggio, che hanno provocato la morte e il ferimento di numerose persone, devono essere investigati in modo accurato e tutti i responsabili devono essere consegnati alla giustizia. Il Consiglio incoraggia il panel consultivo internazionale del Consiglio d'Europa a seguire tale indagine quale mezzo per assicurarne indipendenza e trasparenza». La decisione adottata nel novembre 2014, in seguito al consenso espresso dal governo ucraino nel settembre 2014, di far rientrare nel mandato del Gruppo internazionale di esperti anche l'indagine sugli eventi di Odessa(2), contribuirà a garantire un'indagine accurata e a consegnare i responsabili alla giustizia.

(1)http://www.consilium.europa.eu/uedocs/cms_data/docs/pressdata/EN/foraff/142561.pdf
(2)http://www.coe.int/it/web/portal/international-advisory-panel/-/asset_publisher/EPeqGGDr0yBr/content/the-iap-and-the-events-in-odessa-on-2-may-2014

Note legali - Informativa sulla privacy