Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 98kWORD 24k
21 novembre 2014
E-009611-14
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-009611-14
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Giulia Moi (EFDD)

 Oggetto:  Tutela dei conigli negli allevamenti europei
 Risposta scritta 

Ogni anno più di 330 milioni di conigli vengono allevati per la loro carne nell'Unione Europea. Oltre il 99 % di essi trascorre tutta la vita in gabbie (FAOSTAT).

Solo in Italia, ogni anno vengono allevati circa 175 milioni di conigli, ovvero oltre il 50 % dei conigli di tutta l'Unione.

Nonostante il coniglio sia il secondo animale più allevato nell'Unione europea, non esiste alcuna legislazione specie-specifica a proteggerne il benessere — come esiste, invece, per galline ovaiole, vitelli e suini.

I conigli sono spesso allevati in gabbie di batteria, senza alcun arricchimento ambientale, e sono spesso fortemente dipendenti dagli antibiotici per restare in vita.

1. Quali progressi sono stati fatti dalla Commissione in merito all'introduzione di una legislazione specie-specifica che tuteli il benessere dei conigli?

2. Vengono utilizzati finanziamenti europei a sostegno dell'allevamento cunicolo e, in caso affermativo, sintende la Commissione garantire che, in futuro, fondi europei non verranno usati per allevamenti di conigli che utilizzano gabbie di batteria o arricchite ma saranno finanziati solo sistemi di allevamento rispettosi del benessere dei conigli?

3. Intende la Commissione lavorare con il governo italiano in merito alle grandi quantità di antibiotici necessari per sostenere i 175 milioni di conigli allevati nel Paese ogni anno e, contestualmente, a come ridurne l'utilizzo?

Note legali - Informativa sulla privacy