Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 7kWORD 25k
25 novembre 2014
E-009663-14
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-009663-14
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Marie-Christine Vergiat (GUE/NGL) , Cornelia Ernst (GUE/NGL) , Barbara Spinelli (GUE/NGL) , Malin Björk (GUE/NGL) , Marina Albiol Guzmán (GUE/NGL) , Ulrike Lunacek (Verts/ALE) , Josep-Maria Terricabras (Verts/ALE) , Sylvie Guillaume (S&D) , Pina Picierno (S&D) , Juan Fernando López Aguilar (S&D) , Elly Schlein (S&D) , Cecilia Wikström (ALDE) , Tanja Fajon (S&D) , Kashetu Kyenge (S&D) , Jean Lambert (Verts/ALE) , Christine Revault D'Allonnes Bonnefoy (S&D)

 Oggetto:  Accesso delle ONG ai centri di permanenza temporanea
 Risposta scritta 

La Commissione ritiene (risposta del 13 maggio 2013 all'interrogazione E-002523/2013 del 5 marzo 2013) che, ai sensi dell'articolo 16, paragrafo 4, della direttiva 2008/115/CE, le ONG possano controllare la situazione relativa al trattenimento prima dell'allontanamento dei cittadini di paesi terzi. Gli Stati membri hanno il diritto di stabilire che tali visite devono essere soggette a un'autorizzazione, rilasciata sulla base di requisiti procedurali da definirsi in maniera chiara e conforme all'«effetto utile» della direttiva. Un reiterato rifiuto di accesso ai centri di permanenza temporanea senza una giustificazione oggettiva potrebbe essere considerato una violazione.

Nella comunicazione in merito alla politica di rimpatrio dell'UE (COM(2014)0199 definitivo), la Commissione afferma che «in sette Stati membri è tuttora problematico» il recepimento giuridico di tale articolo. Nel frattempo, l'accesso ai centri di permanenza temporanea richiesto da parte di numerose ONG continua a essere ripetutamente negato in modo ingiustificato o insufficientemente giustificato.

1. Quali sono gli Stati membri in cui il quadro giuridico e le relative prassi pongono ancora problemi?

2. Quali misure ha la Commissione adottato per convincere gli Stati membri a recepire la direttiva 2008/115/CE conformemente all'«effetto utile» e al fine di rispettare tale «effetto utile» nella prassi?

3. Ha la Commissione avviato procedure d'infrazione come annunciato nella suarisposta alla succitata interrogazione scritta?

Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Note legali - Informativa sulla privacy