Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 99kWORD 25k
27 novembre 2014
E-009801-14
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-009801-14
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Barbara Spinelli (GUE/NGL) , Josu Juaristi Abaunz (GUE/NGL) , Javier Couso Permuy (GUE/NGL) , Sabine Lösing (GUE/NGL) , Martina Anderson (GUE/NGL) , Marina Albiol Guzmán (GUE/NGL) , Merja Kyllönen (GUE/NGL) , Lola Sánchez Caldentey (GUE/NGL) , Georgios Katrougkalos (GUE/NGL) , Helmut Scholz (GUE/NGL) , Malin Björk (GUE/NGL) , Lidia Senra Rodríguez (GUE/NGL) , Teresa Rodriguez-Rubio (GUE/NGL) , Neoklis Sylikiotis (GUE/NGL) , Patrick Le Hyaric (GUE/NGL) , Eleonora Forenza (GUE/NGL) , Marisa Matias (GUE/NGL) , Tania González Peñas (GUE/NGL) , Paloma López Bermejo (GUE/NGL) , Pablo Echenique (GUE/NGL) , Pablo Iglesias (GUE/NGL) , Fabio De Masi (GUE/NGL) , Cornelia Ernst (GUE/NGL) , Curzio Maltese (GUE/NGL) , Younous Omarjee (GUE/NGL) , Marie-Christine Vergiat (GUE/NGL) , Gabriele Zimmer (GUE/NGL) , Ángela Vallina (GUE/NGL) , Anja Hazekamp (GUE/NGL) , Laura Ferrara (EFDD) , Elly Schlein (S&D) , Kashetu Kyenge (S&D)

 Oggetto:  Conformità al diritto dell'Unione e al rispetto dei diritti fondamentali di una circolare italiana e dei suoi allegati sul rilevamento delle impronte digitali dei migranti irregolari
 Risposta scritta 

Secondo l'allegato II di una circolare emanata dal Ministero dell'Interno italiano verso la fine di settembre 2014, i migranti irregolari che rifiutano di lasciarsi identificare commettono un crimine, e «la polizia procederà all'acquisizione delle foto e delle impronte digitali, anche con l'uso della forza se necessario».

In seguito all'emanazione di queste istruzioni, i media italiani hanno diffuso fotografie e video di corpi di migranti contusi e feriti e hanno pubblicato le loro dichiarazioni secondo cui sono stati percossi, minacciati e segregati a causa del rifiuto di attenersi alla circolare.

A giudizio della Commissione, la circolare italiana rispetta i principi di necessità e proporzionalità stabiliti nella Carta dei diritti fondamentali dell'UE e il diritto alla dignità sancito dal suo articolo 1?

1. Occorre forse ricordare alle autorità italiane che:
a norma dell'articolo 8 della direttiva 2008/115/CE, alle misure coercitive si deve ricorrere «in ultima istanza» e tali misure devono essere proporzionate e non devono eccedere «un uso ragionevole della forza», e che
a norma dell'articolo 8 del regolamento (CE) n. 2725/2000, il rilevamento delle impronte digitali deve avvenire in conformità delle salvaguardie previste dalla convenzione europea dei diritti dell'uomo e dalla convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo?

2. Intende la Commissione dare inizio a una procedura d'infrazione e, in ogni caso, invitare l'Italia a modificare con urgenza la circolare o ogni altra misura di violazione sistematica promossa dallo Stato italiano contro i migranti?

Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Note legali - Informativa sulla privacy