Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 5kWORD 23k
25 febbraio 2015
E-002908-15
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-002908-15
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Enrico Gasbarra (S&D)

 Oggetto:  Risposta alla risoluzione del PE su diritti umani in Sudan
 Risposta scritta 

Nella seduta del 17 luglio 2014, il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione comune sul caso della donna sudanese Meriam Yahia Ibrahim, figlia di madre cristiana etiope e padre musulmano sudanese ed educata come cristiana, che è stata accusata di adulterio da parte della famiglia paterna. La risoluzione impegna l'Unione europea ad assumere un ruolo di guida premendo sul Sudan per una ferma risoluzione alla sessione del Consiglio per i diritti umani del settembre 2014.

Può la Commissione informare sull'esito di tale riunione e su quali misure recenti sono state adottate per rafforzare il proprio ruolo in tutela dei diritti in Sudan?

Note legali - Informativa sulla privacy