Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 6kWORD 24k
12 marzo 2015
E-004167-15
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-004167-15
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Marco Affronte (EFDD) , Ignazio Corrao (EFDD) , Eleonora Evi (EFDD) , Isabella Adinolfi (EFDD) , Piernicola Pedicini (EFDD) , Fabio Massimo Castaldo (EFDD) , Laura Ferrara (EFDD) , Dario Tamburrano (EFDD)

 Oggetto:  Aree marine protette
 Risposta scritta 

Molti paesi mediterranei si sono impegnati, nell'ambito della Convenzione di Barcellona, a contribuire all'obiettivo della Convenzione sulla diversità biologica che stabiliva, entro il 2012, dei sistemi nazionali e regionali di aree completamente protette ed ecologicamente rappresentative, coprenti almeno il 10 % delle aree marine e costiere.

Tenuto conto delle difficoltà nel raggiungimento di tale obiettivo, lo stesso è stato spostato al 2020 dopo essere stato adottato a Nagoya (2010) dalla Conferenza delle parti (COP) della Convenzione sulla biodiversità e dalle parti contraenti della Convenzione di Barcellona (2012).

Inoltre la comunicazione della Commissione concernente la strategia dell'Unione europea per la regione adriatica e ionica del 17 giugno 2014 evidenzia tra gli obiettivi «l'istituzione di una rete coerente di aree marine protette nell'ambito della direttiva quadro sulla strategia marina», che mira ad «includere nelle aree marine protette il 10 % della superficie dei mari Adriatico e Ionio entro il 2020, come previsto dagli impegni internazionali».

Considerando che attualmente le aree protette coprono solo lo 0,4 % della superficie del mare Adriatico e l'1,08 % del Mediterraneo (escluso il santuario dei cetacei), può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:
Esiste una tabella di marcia da attuare fino al 2020?
Come intende procedere concretamente per raggiungere un obiettivo tanto ambizioso?
Avvertenza legale - Informativa sulla privacy