Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 190kWORD 28k
9 dicembre 2015
E-015602-15
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-015602-15
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Eleonora Evi (EFDD) , Marco Zullo (EFDD) , Marco Affronte (EFDD) , Tiziana Beghin (EFDD) , Dario Tamburrano (EFDD) , Paul Brannen (S&D) , Bart Staes (Verts/ALE) , Jytte Guteland (S&D) , Claudiu Ciprian Tănăsescu (S&D) , Stefan Eck (GUE/NGL) , Anja Hazekamp (GUE/NGL) , Ivo Vajgl (ALDE) , Laura Ferrara (EFDD) , Keith Taylor (Verts/ALE)

 Oggetto:  Urgente necessità di ridurre l'impatto dell'allevamento sul cambiamento climatico
 Risposta scritta 

La conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico a Parigi del 2015 (COP 21) presenta una nuova opportunità per discutere in merito al ruolo dell'allevamento e delle nostre diete nel determinare il cambiamento climatico.

Secondo le stime della FAO il settore dell'allevamento è responsabile del 14,5 % delle emissioni di gas a effetto serra.(1) Inoltre, le emissioni del settore dell'allevamento dovrebbero aumentare.(2)

Nonostante il fatto che l'elevato consumo di prodotti di origine animale abbia un impatto enorme sul cambiamento climatico, non vi sono indicazioni che tale importante questione sarà affrontata nei prossimi negoziati del COP 21.

Alla luce di quanto precede, potrebbe la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:
1. Riconoscendo la necessità urgente di un cambiamento delle abitudini alimentari al fine di limitare il riscaldamento globale a 2 °C, piuttosto che seguire un modello di ordinaria amministrazione intende prendere in considerazione misure specifiche per affrontare il problema, compreso lo sviluppo e il sostegno di iniziative volte a informare il pubblico per quanto riguarda il consumo di prodotti di origine animale?
2. Piuttosto che incoraggiare la crescita del settore dell'allevamento nell'Unione europea e sostenere misure promozionali per aumentare il consumo di prodotti di origine animale, intende sviluppare un programma per un obiettivo di riduzione graduale del 50 % nel consumo di carne e latticini entro il 2030?

(1)Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, Affrontare il cambiamento climatico attraverso l'allevamento: una valutazione globale delle emissioni e delle opportunità di mitigazione, FAO: Roma, 2013.
(2)Bajželj, B. et al., «Importance of food-demand management for climate mitigation» (L'importanza della gestione della domanda alimentare per la mitigazione del clima), Nature Climate Change, 4(2014), pp. 924‐929, http://www.nature.com/doifinder/10.1038/nclimate2353.

Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Avvertenza legale - Informativa sulla privacy