Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 98kWORD 26k
8 aprile 2016
E-002892-16
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-002892-16
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Barbara Spinelli (GUE/NGL) , Younous Omarjee (GUE/NGL) , Liliana Rodrigues (S&D) , Iris Hoffmann (S&D) , Jean Lambert (Verts/ALE) , Elly Schlein (S&D) , Francisco Assis (S&D) , Tanja Fajon (S&D) , Isabella Adinolfi (EFDD) , Beatriz Becerra Basterrechea (ALDE) , Fabio Massimo Castaldo (EFDD) , Merja Kyllönen (GUE/NGL) , Marie-Christine Vergiat (GUE/NGL) , Elena Valenciano (S&D) , Pascal Durand (Verts/ALE) , Josu Juaristi Abaunz (GUE/NGL) , Judith Sargentini (Verts/ALE) , Dennis de Jong (GUE/NGL) , Marisa Matias (GUE/NGL) , Patrick Le Hyaric (GUE/NGL) , Curzio Maltese (GUE/NGL) , Bart Staes (Verts/ALE) , Boris Zala (S&D) , Jordi Sebastià (Verts/ALE) , Liadh Ní Riada (GUE/NGL) , Dario Tamburrano (EFDD) , Martina Anderson (GUE/NGL) , Molly Scott Cato (Verts/ALE) , Marco Affronte (EFDD) , Josef Weidenholzer (S&D) , Nessa Childers (S&D) , Helmut Scholz (GUE/NGL) , Rina Ronja Kari (GUE/NGL) , Javi López (S&D) , Izaskun Bilbao Barandica (ALDE) , Sofia Sakorafa (GUE/NGL) , Julie Ward (S&D) , Eleonora Forenza (GUE/NGL) , Malin Björk (GUE/NGL) , Bodil Valero (Verts/ALE) , Sophia in 't Veld (ALDE) , Maite Pagazaurtundúa Ruiz (ALDE) , Ana Gomes (S&D) , Laura Ferrara (EFDD) , Lola Sánchez Caldentey (GUE/NGL) , Liisa Jaakonsaari (S&D) , Ignazio Corrao (EFDD) , Lynn Boylan (GUE/NGL) , Soraya Post (S&D) , Neoklis Sylikiotis (GUE/NGL) , Tania González Peñas (GUE/NGL) , Takis Hadjigeorgiou (GUE/NGL) , Miguel Urbán Crespo (GUE/NGL) , Stefan Eck (GUE/NGL) , Bronis Ropė (Verts/ALE) , Costas Mavrides (S&D) , Marietje Schaake (ALDE) , Ernest Urtasun (Verts/ALE) , Margrete Auken (Verts/ALE)

 Oggetto:  Conformità dell'accordo UE-Turchia al principio di non respingimento
 Risposta scritta 

Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, sedici rifugiati siriani, tra cui tre bambini, sono stati uccisi da guardie di frontiera turche mentre cercavano di mettersi al sicuro in Turchia.

L'UNHCR ha evidenziato gravi mancanze continue nelle condizioni procedurali e di accoglienza in Turchia e in Grecia e ha indicato che in tutta la Grecia, paese che ha dovuto ospitare un numero spropositato di rifugiati in ragione della chiusura delle frontiere della rotta balcanica e del fallimento del sistema di ricollocazione dell'UE, molti aspetti del sistema di accoglienza per i soggetti richiedenti protezione internazionale sono tuttora non funzionanti o assenti.

I ricercatori di Amnesty International nel Sud della Turchia hanno raccolto le testimonianze di cittadini siriani che affermano che alcuni membri delle loro famiglie, inclusi minori non accompagnati, sono stati espulsi dal paese in contravvenzione al diritto internazionale.

Peter Sutherland, rappresentante speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite per la migrazione internazionale e lo sviluppo, ha dichiarato illegale l'accordo tra l'UE e la Turchia, poiché la deportazione di migranti e rifugiati senza prima considerare le loro domande di asilo violerebbe il diritto internazionale.

Alla luce di tali circostanze, su quali basi ritiene la Commissione che rimandare i migranti in Turchia non contravvenga al principio di non respingimento, che è vincolante per l'Unione europea?

Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Note legali - Informativa sulla privacy