Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 6kWORD 16k
27 aprile 2016
E-003425-16
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-003425-16
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Elly Schlein (S&D) , Judith Sargentini (Verts/ALE) , Barbara Spinelli (GUE/NGL)

 Oggetto:  Alimentazione dei minori rifugiati nell'isola di Chios (Grecia)
 Risposta scritta 

Secondo un articolo pubblicato sul Guardian del 20 aprile 2016, secondo i termini dell'accordo UE-Turchia sulla migrazione, circa 6 000 migranti e rifugiati sono attualmente detenuti in centri ubicati in isole greche, come Chios e Lesbos, e, in particolare, per quanto riguarda Chios, i rifugiati e le ONG del settore hanno affermato che circa 25 bambini di età inferiore ai sei mesi, le cui madri non sono in grado di allattare al seno, ricevono attualmente circa 100 ml di latte in polvere solo una volta al giorno, in altre parole solo un quarto della razione giornaliera consigliata.

1. Può dire la Commissione se è a conoscenza delle terribili condizioni in cui vivono i rifugiati, e in particolare i bambini, a Chios?

2. Può dire, altresì, se è a conoscenza del fatto che, qualora questa informazione dovesse essere confermata, si configurerebbe un caso in cui il trattamento dei rifugiati, e in particolare dei bambini, a Chios non è conforme alla direttiva sull'accoglienza (direttiva 2013/33/UE) o al diritto internazionale?

3. Cosa intende fare la Commissione per garantire che ai rifugiati, soprattutto alle donne e ai loro figli, siano fornite un'alimentazione e un'assistenza adeguate, sulla base del pieno rispetto dei loro diritti fondamentali?

Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Note legali - Informativa sulla privacy