Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 189kWORD 16k
15 giugno 2016
E-004851-16
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-004851-16
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Barbara Spinelli (GUE/NGL) , Nessa Childers (S&D) , Julie Ward (S&D) , Bodil Valero (Verts/ALE) , Maria Arena (S&D) , Soraya Post (S&D) , Marisa Matias (GUE/NGL) , Dimitrios Papadimoulis (GUE/NGL) , Brando Benifei (S&D) , Lola Sánchez Caldentey (GUE/NGL) , Curzio Maltese (GUE/NGL) , Tomáš Zdechovský (PPE) , Stelios Kouloglou (GUE/NGL) , Ana Gomes (S&D) , Cornelia Ernst (GUE/NGL) , Malin Björk (GUE/NGL) , Patrick Le Hyaric (GUE/NGL) , Josu Juaristi Abaunz (GUE/NGL) , Tania González Peñas (GUE/NGL) , Kostadinka Kuneva (GUE/NGL) , Marie-Christine Vergiat (GUE/NGL) , Gabriele Zimmer (GUE/NGL) , Pina Picierno (S&D) , Pascal Durand (Verts/ALE)

 Oggetto:  Compatibilità della legge antiterrorismo polacca con il diritto dell'Unione e le norme in materia di diritti umani
 Risposta scritta 

Il 21 aprile 2016 il governo polacco ha pubblicato un nuovo progetto di legge antiterrorismo, che è attualmente oggetto di discussione in seno al parlamento polacco. Secondo diverse ONG, le misure previste dalla legge in questione non sono coerenti con la Costituzione polacca e con le norme in materia di diritti umani sancite dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Le disposizioni di tale legge violerebbero, fra l'altro, il principio di uguaglianza e di divieto della discriminazione, il diritto alla libertà, alla libertà di riunione e alla libertà di espressione e di comunicazione, le norme sulla protezione dei dati personali e la presunzione di innocenza. Il 13 gennaio 2016 la Commissione aveva avviato un dialogo strutturato con il governo polacco nell'ambito del quadro per lo Stato di diritto e il 1o giugno 2016 ha adottato un parere sullo Stato di diritto nel quale esprime preoccupazione circa la situazione costituzionale derivante dalle modifiche alla legge sul Tribunale costituzionale del 22 dicembre 2015.

— Reputa la Commissione che la nuova legge antiterrorismo sia compatibile con le disposizioni del diritto dell'Unione, la Carta dei diritti fondamentali dell'UE e la giurisprudenza della Corte di giustizia?

— Intende la Commissione inserire la questione della legge antiterrorismo all'interno della procedura relativa allo Stato di diritto avviata nei confronti del governo polacco?

Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Note legali - Informativa sulla privacy