• EN - English
  • IT - italiano
Interrogazione parlamentare - E-004321/2017(ASW)Interrogazione parlamentare
E-004321/2017(ASW)

Risposta di Elżbieta Bieńkowska a nome della Commissione

Per quanto riguarda l'emissione di formaldeide, le classi E1 (<12 mg/m3) ed E2 (> 12 mg/m3) sono state introdotte circa 20 anni fa da alcuni paesi scandinavi, dalla Germania e dall'Austria per distinguere chiaramente i pannelli a base di legno impiegati per interni e quelli impiegati per esterni (che non includono le emissioni oltre la classe E1 per la formaldeide). Queste due classi sono state incluse nelle norme di prodotto armonizzate nel quadro del regolamento sui prodotti da costruzione[1] come formato di relazione e con il riferimento a un metodo di valutazione: EN 717-1. Pertanto, queste classi contenute nelle norme armonizzate consentono di dichiarare le prestazioni dei prodotti nei paesi in cui esistono tali requisiti.

Nel frattempo, gli sviluppi tecnici sono proseguiti (una nuova norma, la EN 16516, non solo introduce ipotesi più realistiche, ma include anche una serie di emissioni di composti organici volatili e non solo quelle di un unico composto, la formaldeide); in alcuni Stati membri perfino l'industria del legno sta promuovendo l'idea di una classe di emissione E0, con emissioni pari alla metà di quelle della classe E1. In Francia un regime di dichiarazione di prestazione per i prodotti da costruzione e decorativi prevede una classe di emissione <1 mg/m3.

Pur riconoscendo l'importanza di fornire informazioni affidabili sulla sicurezza dei consumatori e una metodologia comune per il mercato interno, né il livello delle emissioni di formaldeide di classe E1 né il metodo di prova utilizzato per i prodotti in legno riflettono i livelli di prestazione attualmente raggiungibili o la fattibilità tecnica dei metodi di valutazione esistenti. Pertanto la Commissione non ritiene che l'introduzione dell'obbligatorietà della classe E1 sia utile per definire un livello di sicurezza sufficiente per i consumatori dell'UE o un livello di prestazione sufficiente per i prodotti da costruzione e non da costruzione.