Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 5kWORD 17k
13 luglio 2017
E-004831-17
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-004831-17
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Enrico Gasbarra (S&D)

 Oggetto:  Disuguaglianza nell'infanzia
 Risposta scritta 

Il Centro di Ricerca Innocenti dell'UNICEF ha recentemente presentato uno studio che analizza la disuguaglianza nel benessere dei bambini nei paesi ricchi.

Lo studio presenta dati economici e demografici che indicano con nettezza come la disuguaglianza colpisca i bambini nei paesi ad alto reddito.

Secondo le conclusioni del rapporto, il divario tra i minori appartenenti alla fascia sociale più bassa e quelli nella fascia media appare in crescita, in particolare sugli indicatori del reddito, dell'istruzione e della salute.

Considerando l'incidenza diretta sulla qualità del benessere dell'infanzia, come dimostrato anche dai dati empirici, di alcune decisioni fondamentali in materia di bilancio, può la Commissione informare il Parlamento sull'intenzione di procedere al lancio di un «Child Compact», come più volte sostenuto dal Parlamento europeo in relazioni e risoluzioni?

Come ritiene la Commissione di inserire in modo molto più netto il controllo sugli indicatori di qualità di spesa sociale per l'infanzia all'interno della procedura del semestre europeo?

Note legali - Informativa sulla privacy