Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 6kWORD 18k
13 marzo 2018
E-001532-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-001532-18
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Michela Giuffrida (S&D)

 Oggetto:  Randagismo in Sicilia
 Risposta scritta 

Centinaia di cani sono stati brutalmente avvelenati a Sciacca e molti altri casi simili si registrano anche a Rosolini e Paternò, così come in tutta la Sicilia, dove il problema del randagismo ha raggiunto una dimensione non più tollerabile per la salute pubblica e preoccupante per gli episodi di crudeltà e violenza che riguardano gli animali.

Sia la Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia, firmata a Strasburgo il 13 novembre 1987, sia il trattato di Lisbona (articolo 13) prevedono che l'UE e gli Stati membri debbano tenere «pienamente conto delle esigenze in materia di benessere degli animali in quanto esseri senzienti». Già il 4 luglio 2012 una risoluzione del Parlamento europeo invitava la Commissione a proporre l'istituzione di un quadro giuridico dell'UE per la protezione degli animali da compagnia e degli animali randagi.

Nonostante ciò, il benessere degli animali randagi non è ancora adeguatamente disciplinato dalle norme europee, rimanendo responsabilità esclusiva degli Stati membri.

Può la Commissione chiarire:
1) come sta agendo al fine di porre in essere una normativa europea efficace in materia di tutela degli animali randagi?
2) Quali nuove strategie di gestione degli animali randagi intende proporre come richiesto dal Parlamento europeo il 4 luglio 2012?
Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2018Avvertenza legale - Informativa sulla privacy