Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 6kWORD 16k
12 luglio 2018
E-003868-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-003868-18
alla Commissione (Vicepresidente/Alto Rappresentante)
Articolo 130 del regolamento
Sergio Gaetano Cofferati (S&D)

 Oggetto:  VP/HR — Azioni per porre fine al blocco della Striscia di Gaza
 Risposta scritta 

La popolazione palestinese della Striscia di Gaza, in particolare i bambini, si trova in una situazione di emergenza.

Stando ai dati delle Nazioni Unite, a Gaza 1 300 000 persone necessitano di assistenza umanitaria.

Tenuto conto degli impegni assunti dall'Unione europea relativamente alla cessazione del blocco della Striscia di Gaza, in particolare per quanto riguarda la frontiera di Gaza e il valico di Rafah, comprese le conclusioni del Consiglio del 14 agosto 2014,

nonché delle recenti, preoccupanti informazioni relative alla possibilità che un impianto portuale venga costruito al di fuori della Striscia di Gaza,

può il VP/HR rispondere ai seguenti quesiti: quali azioni ha intrapreso, di concerto con la Commissione, per garantire la fine del blocco della Striscia di Gaza?

Quali misure sono state adottate per quanto riguarda l'impegno a «sostenere un eventuale meccanismo internazionale approvato dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, anche mediante la riattivazione e l'eventuale estensione del campo di applicazione e la proroga del mandato della sua missione EUBAM Rafah»?

Quali azioni il VP/HR e la Commissione hanno adottato per valutare le «opzioni […] atte ad assicurare il pieno accesso e la piena circolazione attraverso tutti i porti di ingresso di Gaza», al fine di garantire la riapertura del porto di Gaza e assicurare che esso venga a trovarsi all'interno della Striscia di Gaza e non operi sotto il controllo israeliano?

Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2018Note legali - Informativa sulla privacy