Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 6kWORD 18k
5 ottobre 2018
E-005093-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-005093-18
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Mara Bizzotto (ENF)

 Oggetto:  Quote latte e irregolarità di calcolo in Italia: nuove evidenze dalla relazione dei Carabinieri del Ros
 Risposta scritta 

Il 24 luglio 2018 il Raggruppamento operativo speciale dell'Arma dei Carabinieri (Ros) ha depositato presso la Procura di Roma una relazione che contiene nuove evidenze in merito alle irregolarità di calcolo delle quote latte in Italia e all'inesattezza dell'ammontare delle multe imposte agli allevatori italiani.

Nella relazione si rende noto che sono state riscontrate anomalie nel numero effettivo di mucche da latte in Italia, in particolare nel periodo 2010-2015 sono stati conteggiati in Italia 5 753 822 capi bovini improduttivi che non hanno mai prodotto latte. Queste mucche rappresentavano il 61 % degli animali da latte in Italia e, di questi, 817 mila erano mucche improduttive negli allevamenti in Veneto.

Visti questi nuovi dati e preso atto delle precedenti interrogazioni dell'interrogante sulla questione delle quote latte, e se si considera che gli errori nel calcolo delle quote latte hanno causato la chiusura di numerosi allevamenti e pesanti danni economici per migliaia di allevatori in Italia, può la Commissione comunicare se:
1) È al corrente del rapporto dei Carabinieri del Ros?
2) Ritiene possibile, alla luce di questo rapporto, sospendere la riscossione delle multe in capo agli allevatori italiani e terminare qualsiasi azione giudiziaria esistente nei loro confronti e contro lo Stato italiano sulle quote latte?
3) Intende procedere alla restituzione degli importi eventualmente non dovuti agli allevatori?
Ultimo aggiornamento: 25 ottobre 2018Avvertenza legale - Informativa sulla privacy