Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 54kWORD 17k
31 gennaio 2019
E-000552-19
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-000552-19
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Anja Hazekamp (GUE/NGL) , John Flack (ECR) , Stefan Eck (GUE/NGL) , Pascal Durand (Verts/ALE) , Tilly Metz (Verts/ALE) , Keith Taylor (Verts/ALE) , Jeppe Kofod (S&D) , Jadwiga Wiśniewska (ECR) , Eleonora Evi (EFDD)

 Oggetto:  Commercio di pappagalli rari e a rischio di estinzione
 Risposta scritta 

Secondo un recente articolo pubblicato da The Guardian(1), il governo australiano ha autorizzato l'esportazione di centinaia di pappagalli rari e a rischio di estinzione verso l'ACTP, un ente tedesco diretto da un pregiudicato, malgrado le preoccupazioni circa il fatto che i volatili vengano venduti con un profitto enorme.

Nonostante le autorizzazioni all'esportazione vietino la vendita dei volatili e della loro progenie, i messaggi privati pubblicati sulle reti sociali rivelano che sono stati messi in vendita per centinaia di migliaia di dollari uccelli originari dell'Australia apparentemente provenienti dall'ACTP. L'ente federale tedesco per la conservazione della natura ha dichiarato di essere a conoscenza di tali offerte.

1) Dati i risultati dell'indagine di The Guardian e il non intervento delle autorità tedesche, intende la Commissione verificare se la legislazione pertinente dell'UE sia stata rispettata per quanto riguarda l'importazione e il commercio di uccelli da parte dell'ACTP (o di persone ad essa associate)?

2) In che modo l'UE garantisce che la normativa che limita le importazioni di specie a rischio di estinzione a fini non commerciali non venga elusa sostenendo che l'importatore sia un «giardino zoologico» o che le importazioni siano destinate all'allevamento a fini di conservazione?

3) Quali criteri devono soddisfare i soggetti privati per qualificarsi come importatori e in che modo tali criteri sono verificati?

(1)https://www.theguardian.com/environment/2018/dec/11/australia-endangered-parrots-german-zoo-actp

Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2019Note legali - Informativa sulla privacy