Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 36kWORD 9k
29 ottobre 2019
E-003529/2019
Interrogazione con richiesta di risposta scritta  E-003529/2019
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Silvia Sardone (ID)
 Risposta scritta 
 Oggetto: Riduzione in schiavitù di giovani ragazze nigeriane

Numerose inchieste giudiziarie in Italia hanno messo in luce la diffusione della tratta di giovani ragazze nigeriane, spesso minorenni.

Le vittime sono giovani donne nigeriane, che dopo esser state convinte a partire con la promessa di ricchezza e successo, vengono spaventate e minacciate attraverso una serie di riti legati alle tradizionali religioni animiste e molto spesso picchiate dagli sfruttatori.

Queste ragazze, in molti episodi denunciati, sono state schiavizzate per anni da organizzazioni criminali nigeriane e costrette a vendere il proprio corpo per strada.

È a conoscenza la Commissione della tratta di minorenni e giovani ragazze provenienti dai paesi africani?

Come intende intervenire per frenare questi fenomeni?

Come intende agire in merito ai continui flussi migratori che facilitano questi traffici?

Ultimo aggiornamento: 10 novembre 2020Note legali - Informativa sulla privacy