Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 38kWORD 9k
29 gennaio 2020
E-000516/2020
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-000516/2020
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Angelo Ciocca (ID)
 Risposta scritta 
 Oggetto: Estensione della clausola di salvaguardia anche al riso Japonica

L'attivazione della clausola di salvaguardia e i conseguenti dazi introdotti un anno fa dall'UE rappresentano un importante segnale di difesa delle produzioni risicole italiane, ma purtroppo si stanno rivelando insufficienti. Se l'import dalla Cambogia di riso Indica è diminuito del 30 %, quello di riso Japonica è invece aumentato del 300 %.

Le sanzioni verso la Cambogia e il Myanmar riguardano infatti solo la varietà di riso Indica, dimenticando forse che il Myanmar produce grandi quantità di riso Japonica (Arborio e Carnaroli). 

Solo un quarto del riso lavorato in Italia è di tipo Indica, mentre il 75 % riguarda la varietà Japonica. L'Italia è infatti l'unico grande produttore a livello europeo di questa tipologia di riso. 

Pochi giorni fa l'Assemblea generale dell'ONU ha approvato una risoluzione di condanna nei confronti del Myanmar per violazione dei diritti umani di alcune minoranze religiose. 

Alla luce di quanto sopra, può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti: 

1. Cosa intende fare per dare una risposta concreta alle esigenze dei risicoltori europei?

2. Non crede che il regime EBA sia un escamotage usato da questi Paesi per continuare a produrre a basso costo, a discapito dei diritti umani e delle norme ambientali e sanitarie?

Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2020Note legali - Informativa sulla privacy