Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 39kWORD 9k
30 gennaio 2020
E-000570/2020
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Mara Bizzotto
 Risposta scritta 
 Oggetto: Etichetta a batteria: tutela delle eccellenze agroalimentari "Made in Italy" e giusta informazione ai consumatori

Le eccellenze agroalimentari italiane tra cui le DOP e le IGP come Grana Padano, Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma subiscono una forte discriminazione nel mercato europeo, a causa delle etichettature "a semaforo" e Nutriscore. Questi sistemi giudicano arbitrariamente, in base al contenuto di grassi, sale e zuccheri, se un alimento è sano o poco sano assegnando il colore rosso, di "cibo pericoloso", a prosciutti e formaggi "Made in Italy".

L'assenza di un sistema armonizzato di norme UE in materia di etichettatura nutrizionale fronte pacco ha portato alla diffusione di sistemi fuorvianti, come l'etichetta "a semaforo" e il Nutriscore, che non informano ma condizionano i consumatori nelle loro scelte d'acquisto. L'etichetta deve invece assicurare ai consumatori, con indicazioni oggettive, la comprensione immediata del contenuto di un prodotto per porzione.

Il governo italiano ha presentato alla Commissione europea il sistema a batteria (cosiddetto "NutrInform Battery") che, a differenza di Nutriscore e "a semaforo", informa sul valore nutrizionale complessivo di un alimento, riferendosi alla dose giornaliera consigliata all'interno di una dieta equilibrata.

Ciò premesso, può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

intende la Commissione definire un sistema armonizzato di norme UE sull'etichettatura fronte pacco, che garantisca ai consumatori informazioni oggettive sui prodotti agroalimentari?

Se sì, adotterà l'etichetta a batteria proposta dall'Italia?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy