Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 37kWORD 9k
19 febbraio 2020
E-000989/2020
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-000989/2020
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Anna Bonfrisco (ID), Mara Bizzotto (ID)
 Risposta scritta 
 Oggetto: COVID-19: minaccia alla sicurezza e alla salute globale

Il virus COVID-19 minaccia la sicurezza e la salute globale e al momento la comunità scientifica mondiale può contare solo sullo strumento della quarantena e del contenimento.

Occorre tener presente che, nonostante la Cina manifesti una apparente apertura a collaborare sul virus COVID-19, fornisce informazioni sull'epidemia che non possono essere considerate attendibili.

La Cina è un autoritarismo che politicizza lo Stato di diritto a scapito della trasparenza e della responsabilità, applicando sistematicamente la censura in tutti gli ambiti della società, incluso il mondo della ricerca scientifica.

I rischi sulla sicurezza e sulla salute globale di tale comportamento sono gravi perché, come nel caso della SARS nel 2003, una non tempestiva e sincera condivisione delle informazioni causa la perdita di vite umane.

Alla luce di quanto precede, può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

1. Può essa specificare come contribuisce al controllo e alla prevenzione dell'epidemia?

2. Intende essa sollevare tale questione nel corso del prossimo vertice UE-Cina?

Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2020Note legali - Informativa sulla privacy