Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 42kWORD 10k
9 marzo 2020
E-001421/2020
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Laura Ferrara, Chiara Gemma, Isabella Adinolfi, Daniela Rondinelli, Tiziana Beghin, Fabio Massimo Castaldo, Mario Furore, Sabrina Pignedoli
 Oggetto: Coronavirus: richiesta di misure straordinarie

L’estensione del coronavirus a livelli emergenziali sta causando una grave crisi sanitaria a cui va ad aggiungersi una sostanziale paralisi del sistema economico internazionale.

L'Italia, ad oggi, risulta essere il paese europeo più colpito dal Covid-19.

Secondo l’ultimo bollettino ufficiale diramato dalla Protezione Civile, al momento sono 6.387 le persone positive al virus, per un totale di 7.375 casi trattati.

Secondo le previsioni degli economisti, l’impatto del coronavirus spingerà l’Italia in recessione nel 2020. Nello specifico, Standard & Poor’s Global rating prevede una riduzione del PIL italiano dello 0,3%, gli analisti di Goldman Sachs prevedono perdite pari allo 0,5% del PIL nazionale.

Quarantene e restrizioni hanno conseguenze devastanti per il settore industriale, per le PMI, per le esportazioni di beni e servizi e, soprattutto, per il turismo.

In questo contesto eccezionale, si rende assolutamente necessario rivedere e momentaneamente sospendere le regole europee in materia di finanza pubblica.

Alla luce di quanto precede, può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

1. Visti gli eventi eccezionali tuttora in corso, intende la Commissione riconoscere all’Italia una maggiore flessibilità di bilancio e un aumento del debito, ai sensi del paragrafo 5, articolo 3, del regolamento (CE) n. 1467/97?

2. Intende trattare l’emergenza del Covid-19 al pari di una “catastrofe naturale grave” e, conseguentemente, attivare l’intervento del Fondo Solidarietà dell'UE, conformemente al considerando 6 del regolamento (CE) n. 2012/2002.2?

Ultimo aggiornamento: 26 marzo 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy