Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 38kWORD 10k
20 marzo 2020
E-001742/2020
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Mara Bizzotto
 Oggetto: Grave impatto economico del coronavirus per gli allevatori in Italia: mancato ritiro del latte crudo, speculazione sui prezzi e concorrenza sleale

In Italia la chiusura temporanea delle strutture alberghiere, della ristorazione e dei pubblici esercizi, disposta dal governo per contenere il contagio da coronavirus (COVID-19), sta avendo pesantissime ripercussioni su tutto il settore agroalimentare. Tutte le associazioni che rappresentano gli allevatori, hanno segnalato che sono in atto speculazioni a danno dell’intero comparto. Il prezzo del latte è in netto calo: rispetto ai 42-43 centesimi di euro al litro dello scorso gennaio, a marzo il prezzo del latte è sceso a soli 22-28 centesimi di euro, importo che non copre i costi di produzione. Inoltre, molti produttori lamentano il mancato ritiro del latte crudo dalle stalle, il che significa un inaccettabile spreco di prodotto fresco di qualità e soprattutto mancati guadagni per i produttori. Ciononostante, continuano le importazioni di latte dall’estero in Italia per l’industria della trasformazione e questo alimenta la concorrenza sleale a scapito degli allevatori italiani. Dato che le pratiche sopracitate mettono in pericolo la sopravvivenza degli allevamenti italiani e dei relativi posti di lavoro, può la Commissione far sapere:

quali misure urgenti intende adottare per sostenere l’attività di produzione degli allevamenti italiani?

Come intende contrastare i fenomeni speculativi sopracitati?

Come intende incentivare l'esportazione di prodotti lattiero-caseari “Made in Italy”, al fine di aiutare la filiera italiana a risollevarsi dalle ripercussioni del coronavirus?

Ultimo aggiornamento: 7 aprile 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy