Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 39kWORD 10k
30 aprile 2020
E-002662/2020
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Mara Bizzotto
 Oggetto: Pesantissimi danni da Coronavirus al comparto balneare in Italia. Richiesta all'UE di misure a sostegno delle imprese ed esclusione dalla direttiva servizi

In Italia il settore del turismo sta affrontando una gravissima crisi per il blocco degli arrivi di turisti, disposto dalle norme adottate contro la Covid-19. Si stimano perdite per 18,4 miliardi EUR per il comparto del turismo marittimo, del quale fanno parte 30 000 aziende balneari, con 100 000 addetti e oltre 200 000 occupati nell'indotto. L'attuale inattività forzata aggrava per tali imprese la situazione d'incertezza sul futuro dell'intero comparto, provocata dall'impatto della direttiva 2006/123/CE. Gli operatori balneari con la concessione in scadenza non possono accedere ai finanziamenti bancari, a causa dell'incertezza sulla durata delle concessioni. Per sbloccare questa impasse, le imprese balneari chiedono di essere escluse dall'applicazione della direttiva Bolkestein. Come ripetutamente segnalato in mie precedenti interrogazioni, le aziende balneari italiane sono fondamentali per il turismo e l'economia nazionali avendo investito in strutture, impianti e tutela ambientale. Il 21/4/2020 il commissario per il Mercato interno Thierry Breton ha dichiarato che "vanno create certezze sulle concessioni delle spiagge" e di voler "offrire soluzioni concrete prima dell'inizio della stagione balneare".

Considerando la difficilissima situazione d'incertezza economica e occupazionale delle imprese balneari italiane, intende la Commissione:

1. Ascoltare tale comparto procedendo alla sua esclusione dalla direttiva servizi, fornendo in questo modo una soluzione concreta al settore?

2. Sostenere, e con quali misure urgenti, le imprese e i lavoratori balneari duramente colpiti dalle ripercussioni economiche dell'emergenza da Covid-19?

Ultimo aggiornamento: 13 maggio 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy