Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 41kWORD 9k
14 maggio 2020
E-002980/2020/rev.1
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
al vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza
Articolo 138 del regolamento
Mara Bizzotto (ID)
 Oggetto: Liberazione di Silvia Romano e ipotesi sull'utilizzo del riscatto per l'acquisto di armi da parte dei terroristi islamici

Il 9 maggio 2020 è stata liberata in Somalia la giovane cooperante italiana Silvia Romano, rapita il 20 novembre 2018 in Kenya, dove svolgeva attività di volontariato per la ONLUS Africa Milele. Silvia Romano è stata ostaggio del gruppo terrorista islamico Al Shabaab, affiliato ai jihadisti di Al-Qaeda. Al suo rientro in Italia, Silvia ha dichiarato che durante la prigionia si è convertita alla fede islamica. Successivamente, il portavoce dei terroristi islamici di Al Shabaab, Ali Dehere, ha dichiarato che una parte del riscatto ricevuto per rilasciare Silvia Romano verrà utilizzato per l'acquisto di armi per la jihad. Il 12 maggio l'alto rappresentante dell'UE Josep Borrell ha affermato di essere impressionato per le parole di Ali Dehere e che il riscatto pagato per liberare Silvia Romano "potrebbe essere un problema per l'UE".

Il Vicepresidente / Alto Rappresentante può chiarire:

se esistano linee guida dell'UE sul pagamento di un riscatto per un ostaggio;

la propria posizione sull'eventuale riscatto pagato per liberare Silvia Romano?

Ultimo aggiornamento: 3 giugno 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy