Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 45kWORD 10k
19 giugno 2020
E-003689/2020
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Pierre Karleskind (Renew), Jan-Christoph Oetjen (Renew), Catherine Chabaud (Renew), Izaskun Bilbao Barandica (Renew), Laurence Farreng (Renew), Christophe Grudler (Renew), Pascal Durand (Renew), Stéphanie Yon-Courtin (Renew), Chrysoula Zacharopoulou (Renew), Nathalie Loiseau (Renew), Sylvie Brunet (Renew), Stéphane Bijoux (Renew), Marie-Pierre Vedrenne (Renew), Dominique Riquet (Renew), Frédérique Ries (Renew), Olivier Chastel (Renew), Ilana Cicurel (Renew), Irène Tolleret (Renew), Valérie Hayer (Renew), Fabienne Keller (Renew), Gilles Boyer (Renew), Viktor Uspaskich (Renew), Sandro Gozi (Renew)
 Oggetto: Energie marittime rinnovabili

La futura strategia per le energie rinnovabili offshore deve permettere di conseguire gli obiettivi del Green Deal, contribuire alla ripresa economica in Europa e porre infine il settore marittimo al centro delle ambizioni europee. Lo sviluppo dell'energia delle correnti di marea, dell'energia del moto ondoso, dell'energia termica dei mari e dell'energia eolica offshore è in linea con gli obiettivi europei. Queste tecnologie consentono la realizzazione di una transizione equa, offrendo nuove prospettive di crescita e occupazione in Europa, segnatamente nelle regioni ultraperiferiche d'oltremare e nei territori insulari, dove possono favorire l'autonomia energetica. Esse contribuiranno inoltre alla totale decarbonizzazione del sistema energetico europeo grazie alla loro capacità di produrre idrogeno verde. Tali settori saranno alla base di una nuova industria europea competitiva su scala globale. Benché gli sviluppatori europei siano oggi all'avanguardia, la concorrenza a livello internazionale diventa sempre più serrata. Sono in gioco numerosi posti di lavoro, che saranno creati sul continente che si doterà per primo di una produzione industriale.

Quali misure intende adottare la Commissione per accelerare lo sviluppo delle energie marittime rinnovabili? Quali strumenti di finanziamento intende istituire per garantire la realizzazione di impianti pilota prima della fine del suo mandato?

Lingua originale dell'interrogazione: FR
Ultimo aggiornamento: 4 luglio 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy