Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 33kWORD 16k
11 giugno 2021
E-000424/2021(ASW)
Risposta di Stella Kyriakides
a nome della Commissione europea
Riferimento dell'interrogazione: E-000424/2021

Obiettivo principale della Commissione è garantire la rapida consegna dei vaccini in linea con gli accordi preliminari di acquisto (APA). La Commissione ha cercato di ridurre le difficoltà legate al rapido sviluppo dei vaccini grazie a finanziamenti anticipati erogati tramite gli APA, ma non può prevedere eventuali ritardi se non viene informata in tempo utile dalle aziende interessate.

La Commissione sta facendo tutto il possibile per sostenere la diffusione dei vaccini in Europa, anche aumentandone la disponibilità. BioNTech-Pfizer accelererà la consegna di 60 milioni di dosi supplementari di vaccino nel secondo trimestre del 2021. La consegna di queste dosi, originariamente prevista per il terzo e il quarto trimestre del 2021, porterà le dosi totali di vaccino di BioNTech-Pfizer a 250 milioni nel secondo trimestre.

Per quanto riguarda AstraZeneca, la Commissione ha deciso di avviare un procedimento giudiziario nei confronti della società per violazione dell'APA concluso il 27 agosto 2020, che prevedeva la fornitura di 300 milioni di vaccini contro la COVID-19 entro la fine del secondo trimestre del 2021. La Commissione agisce per proprio conto e per conto dei 27 Stati membri, che sono pienamente allineati nel sostenere la Commissione sulla necessità di garantire un'attuazione tempestiva ed efficace dell'APA concluso con AstraZeneca.

Il meccanismo di trasparenza e autorizzazione delle esportazioni, in base al quale le esportazioni di vaccini al di fuori dell'UE sono soggette all'autorizzazione degli Stati membri, è stato introdotto per la prima volta il 30 gennaio 2021. Nel marzo 2021 l'UE ha deciso di prorogare il meccanismo fino alla fine del giugno 2021. Il meccanismo garantisce che le esportazioni nell'ambito di APA conclusi da paesi terzi siano salvaguardate quanto più possibile laddove siano rispettati i principi di reciprocità e proporzionalità.

Ultimo aggiornamento: 14 giugno 2021Note legali - Informativa sulla privacy