Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 31kWORD 18k
2 agosto 2021
E-002505/2021(ASW)
Risposta di Ylva Johansson
a nome della Commissione europea
Riferimento dell'interrogazione: E-002505/2021

La Commissione deplora la perdita di vite umane ed è convinta che il salvataggio delle persone in mare sia, in virtù del diritto internazionale, un dovere morale e un obbligo giuridico per gli Stati membri. La Commissione non ha alcun ruolo operativo nel coordinamento delle operazioni di ricerca e soccorso, che spetta alle autorità nazionali.

Per quanto riguarda la zona di ricerca e soccorso libica, la Commissione non ha competenza per quanto riguarda la dichiarazione o la definizione di tali zone.

La formazione della guardia costiera libica rientra nelle attività del mandato di EUNAVFOR MED Irini, anche in materia di rispetto dei diritti umani, a condizione che le autorità libiche concedano l'autorizzazione necessaria. In occasione della sua recente visita a Tripoli, la commissaria dell'UE per la Migrazione e gli affari interni ha sottolineato l'importanza fondamentale di un impegno congiunto per combattere il traffico di migranti, obiettivo che il nuovo esecutivo provvisorio libico di unità nazionale condivide. La questione sarà oggetto di un attento monitoraggio nei prossimi mesi.

Il problema sollevato dagli onorevoli deputati in merito al coordinamento tra l'Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex) e le autorità competenti degli Stati costieri del Mediterraneo centrale è di competenza di Frontex. La Commissione ha pertanto chiesto all'Agenzia di fornire le informazioni richieste e invierà la risposta di quest'ultima agli onorevoli deputati non appena disponibile.

Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2021Note legali - Informativa sulla privacy