Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 38kWORD 10k
20 agosto 2021
E-003929/2021
Interrogazione con richiesta di risposta scritta  E-003929/2021
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Isabella Tovaglieri (ID), Simona Baldassarre (ID), Anna Bonfrisco (ID), Susanna Ceccardi (ID), Annalisa Tardino (ID)
 Oggetto: Situazione in Afghanistan e minacce per l'Europa

La rapida avanzata dei talebani e la caduta di importanti città, compresa Kabul, apre un futuro incerto per la sicurezza europea e la tutela dei diritti, soprattutto delle donne, in Afghanistan.

Dalle posizioni espresse dai talebani - e dalle notizie che giungono dalle zone da loro occupate - se ne desume una notevole contrazione dei diritti delle popolazioni locali, oltre a rappresaglie e violenze contro chi ha "collaborato" con le forze occidentali.

Una sorte ancora più drammatica in questa crisi tocca alla popolazione femminile, particolarmente repressa anche nei diritti più basilari (istruzione, movimento, lavoro e diritti individuali) che almeno le forze occidentali cercavano di mantenere nelle loro zone di controllo.

Vista l'evoluzione della situazione, può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

1. Come intende cooperare con il nuovo regime di Kabul, soprattutto per quanto riguarda i progetti di cooperazione in corso? O questi verranno interrotti?

2. Come intende coordinare una gestione selettiva ed efficace dell'accoglienza dei profughi, visto che diversi Stati membri hanno già negato la disponibilità ad accoglierli? Sono ipotizzabili specifici corridoi umanitari per donne e bambini, le categorie più vulnerabili?

3. Come valuta la vittoria talebana per la sicurezza dell'Unione Europea, considerato il rischio del terrorismo e soprattutto il possibile aumento dei flussi migratori verso l'UE?

Ultimo aggiornamento: 1 settembre 2021Note legali - Informativa sulla privacy