Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 52kWORD 11k
14 dicembre 2021
E-005571/2021
Interrogazione con richiesta di risposta scritta  E-005571/2021
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Pietro Bartolo (S&D), Ignazio Corrao (Verts/ALE), Margrete Auken (Verts/ALE), Cyrus Engerer (S&D), Izaskun Bilbao Barandica (Renew), Alessandra Moretti (S&D), Dietmar Köster (S&D), Grace O'Sullivan (Verts/ALE), Bettina Vollath (S&D), Elisabetta Gualmini (S&D), Pina Picierno (S&D), Brando Benifei (S&D), Isabel Carvalhais (S&D), Clare Daly (The Left), Sylvie Guillaume (S&D), Janina Ochojska (PPE), Malin Björk (The Left), Mounir Satouri (Verts/ALE), Anne-Sophie Pelletier (The Left), Evin Incir (S&D), Isabel Santos (S&D), Idoia Villanueva Ruiz (The Left), Damien Carême (Verts/ALE), Dino Giarrusso (NI), Patrizia Toia (S&D), Nikolaj Villumsen (The Left), Salima Yenbou (Verts/ALE), Alviina Alametsä (Verts/ALE), Saskia Bricmont (Verts/ALE), Sira Rego (The Left), Barry Andrews (Renew), Eleonora Evi (Verts/ALE), Jordi Solé (Verts/ALE), Robert Biedroń (S&D), Dimitrios Papadimoulis (The Left), Maria Arena (S&D), Massimiliano Smeriglio (S&D), Jan-Christoph Oetjen (Renew), Clara Aguilera (S&D), Marie Toussaint (Verts/ALE), Margarida Marques (S&D), Claude Gruffat (Verts/ALE), Andreas Schieder (S&D), Domènec Ruiz Devesa (S&D), Thijs Reuten (S&D), Ibán García Del Blanco (S&D), Juan Fernando López Aguilar (S&D), Konstantinos Arvanitis (The Left), Daniela Rondinelli (NI)
 Risposta scritta 
 Oggetto: Respingimenti e deterioramento della migrazione

Recenti avvenimenti dimostrano il continuo deterioramento dei diritti dei migranti nell'UE e alle sue frontiere esterne. Come conclude la relazione 2020 del comitato contro la tortura del Consiglio d'Europa, la Croazia continua a ricorrere alla violenza contro i richiedenti asilo(1). Inoltre, la Grecia continua a respingere i richiedenti asilo in modo indiscriminato e violento. L'ultimo esempio di ciò è l'espulsione illegale di un cittadino dell'UE impiegato presso l'Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera, come riferito dal New York Times il 1º dicembre 2021. Anche in Libia sono stati ripetutamente denunciati abusi e violazioni dei diritti umani fondamentali. Infine, il 28 novembre 2021, il New Yorker ha raccontato in dettaglio l'incarcerazione violenta e segreta di migranti intercettati dalla guardia costiera libica, sostenuta da finanziamenti europei(2). In tale contesto, la proposta della Commissione concernente una decisione del Consiglio relativa a misure provvisorie di emergenza nega indiscriminatamente il diritto di asilo e ignora i respingimenti in Polonia e negli Stati baltici, indebolisce ulteriormente gli obblighi degli Stati membri in materia di asilo e mette a rischio l'accesso dei migranti alla protezione internazionale(3).

1. Qual è la posizione della Commissione sulle violazioni summenzionate?

2. La Commissione sta valutando la possibilità di avviare una procedura d'infrazione nei confronti degli Stati membri che continuano a respingere illegalmente i migranti?

Sostenitore(4)

(1)https://rm.coe.int/1680a4c199
(2)https://www.newyorker.com/magazine/2021/12/06/the-secretive-libyan-prisons-that-keep-migrants-out-of-europe.
(3)https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=COM%3A2021%3A752%3AFIN&qid=1638547296962
(4)La presente interrogazione è sostenuta da un deputato diverso dagli autori: Rosa D'Amato (Verts/ALE)
Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 6 gennaio 2022Note legali - Informativa sulla privacy