Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 39kWORD 18k
28 febbraio 2022
E-005627/2021(ASW)
Risposta di Adina Vălean
a nome della Commissione europea
Riferimento dell'interrogazione: E-005627/2021

1. La Commissione è consapevole delle sfide cui il personale di volo potrebbe in alcuni casi dover far fronte in seguito alle difficoltà incontrate dalle autorità nel garantire la piena applicazione della normativa vigente in materia di diritto del lavoro(1). Come annunciato nell'invito a presentare contributi(2) per la revisione del regolamento sui servizi aerei(3), la Commissione valuterà le opzioni per promuovere ulteriormente la responsabilità sociale nell'ambito dei servizi aerei. In particolare, si potrebbero prevedere misure, quali una definizione di «base operativa», volte a sostenere una migliore applicazione, da parte delle autorità nazionali, della normativa esistente in materia di diritto del lavoro.

2. La direttiva 89/654/CEE sui luoghi di lavoro(4) non si applica ai mezzi di trasporto utilizzati fuori dell'impresa e/o dello stabilimento, nonché ai luoghi di lavoro all'interno dei mezzi di trasporto. Attualmente non vi è alcuna intenzione di emanare una direttiva particolare ai sensi dell'articolo 16 della direttiva quadro(5) che sia specifica per i luoghi di lavoro in volo. In ogni caso, le disposizioni della direttiva quadro si applicano pienamente ai lavoratori di tutti i settori, compreso quello del trasporto aereo.

3. Le autorità nazionali competenti sono tenute a garantire che la legislazione dell'UE e quella nazionale a tutela del personale di volo siano applicate in modo corretto ed efficace dalle singole imprese. La Commissione sostiene gli Stati membri nell'individuare le migliori pratiche per contribuire a una migliore applicazione delle norme vigenti: un apposito gruppo di esperti degli Stati membri sulle questioni sociali relative al personale di volo ha prodotto documenti sul lavoro autonomo, sul rispetto della normativa applicabile in materia di diritto del lavoro e sulle questioni di sorveglianza(6). Il gruppo sta ora lavorando a un documento sul lavoro tramite intermediari.

(1)Si vedano, ad esempio, la valutazione del regolamento sui servizi aerei e i documenti del gruppo di esperti sulle questioni sociali relative al personale di volo.
(2)https://ec.europa.eu/info/law/better-regulation/have-your-say/initiatives/13255-Revisione-del-regolamento-sui-servizi-aerei_it .
(3)Regolamento (CE) n. 1008/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 settembre 2008, recante norme comuni per la prestazione di servizi aerei nella Comunità (GU L 293 del 31.10.2008, pag. 3).
(4)Direttiva 89/654/CEE del Consiglio, del 30 novembre 1989, relativa alle prescrizioni minime di sicurezza e di salute per i luoghi di lavoro (prima direttiva particolare ai sensi dell'articolo 16, paragrafo 1, della direttiva 89/391/CEE) (GU L 393 del 30.12.1989, pag. 1).
(5)Direttiva 89/391/CEE del Consiglio, del 12 giugno 1989, concernente l'attuazione di misure volte a promuovere il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori durante il lavoro (GU L 183 del 29.6.1989, pag. 1).
(6)Si vedano i documenti al seguente link: https://ec.europa.eu/transparency/expert-groups-register/screen/expert-groups/consult?lang=it&groupID=3118 .
Ultimo aggiornamento: 1 marzo 2022Note legali - Informativa sulla privacy