Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 48kWORD 10k
19 aprile 2022
E-001491/2022
Interrogazione con richiesta di risposta scritta  E-001491/2022
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Susanna Ceccardi (ID)
 Oggetto: L'Unione europea chiarisca come intende evitare che le sanzioni alla Russia vengano aggirate attraverso operazioni illegali con società di comodo

Negli scorsi anni l’Iran ha sviluppato capacità notevoli nell’aggirare il sistema finanziario internazionale, sovvenzionando il terrorismo attraverso i suoi proxy e riciclando miliardi di dollari tramite operazioni illegali con società di comodo.

Questo sistema, sviluppato e ingegnerizzato dalla leadership politica del Paese, lo ha aiutato, secondo autorevoli fonti giornalistiche(1), a resistere alle sanzioni promosse dall’amministrazione americana per spingere Teheran a rientrare nel PACG.

Alcuni documenti ufficiali ottenuti dalla stampa inglese(2) hanno rivelato che un meccanismo simile viene utilizzato dal regime siriano. I documenti evidenziano legami tra i proprietari delle società di comodo, il presidente Bashar al-Assad e l'élite economica del potere siriano, compresi gli individui sotto sanzione.

Al termine di un incontro ufficiale avvenuto tra il ministro degli Esteri russo e l’omologo iraniano Hossein Amir-Abdollahian, Sergei Lavrov ha confermato che Mosca lavorerà con Teheran in stretta cooperazione, anche su come eludere le restrizioni(3).

Alla luce di queste intenzioni e delle sanzioni promosse dalla Commissione europea in seguito all'invasione dell'Ucraina, può l'Alto Commissario far sapere:

1. quali misure preventive sono state adottate al fine di evitare che gli sforzi europei vengano aggirati rendendo inefficace lo strumento delle sanzioni;

2. cosa si intende fare per punire il comportamento di Paesi che rischiano di compromettere la fiducia e l'affidabilità verso il sistema finanziario internazionale.

(1)https://www.wsj.com/articles/clandestine-finance-system-helped-iran-withstand-sanctions-crush-documents-show-11647609741
(2)https://www.theguardian.com/global-development/2022/mar/22/syria-using-maze-of-shell-companies-to-avoid-sanctions-on-assad-regimes-elite?s=08
(3)https://en.mfa.gov.ir/portal/newsview/674934
Ultimo aggiornamento: 29 aprile 2022Note legali - Informativa sulla privacy