Procedura : 2011/2563(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000118/2011

Testi presentati :

O-000118/2011 (B7-0320/2011)

Discussioni :

PV 08/06/2011 - 12
CRE 08/06/2011 - 12

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 45kWORD 24k
11 maggio 2011
O-000118/2011

Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000118/2011

alla Commissione

Articolo 115 del regolamento

Elena Oana Antonescu, Axel Voss, Simon Busuttil, Salvatore Iacolino

a nome del gruppo PPE


  Oggetto: Mandato di arresto europeo

 Risposta in Aula 

Come evidenziato da una recente relazione della Commissione europea (COM(2011)0175), il mandato di arresto europeo si è rivelato uno strumento efficace nella lotta contro la criminalità transfrontaliera, il crimine organizzato e il terrorismo. Tuttavia, come evidenziato dalla Commissione, la reputazione e l'efficacia del mandato potrebbero essere pregiudicate dal fatto che verrebbe utilizzato per effettuare interrogatori anziché intentare azioni ed eseguire pene nonché per reati minori, senza prendere in adeguata considerazione se sia proporzionata la consegna nonostante i costi umani e finanziari connessi (stimati da uno Stato membro a 25.000 euro per ogni procedura di consegna).

Talvolta non esiste possibilità di adeguata rappresentanza legale per le persone ricercate a titolo del mandato di arresto europeo nello Stato membro che lo emette e in quello che lo esegue. Infine, le condizioni detentive in vari Stati membri possono potenzialmente pregiudicare la fiducia nell'adeguato trattamento dei prigionieri su cui si basano il mandato di arresto europeo e la decisione quadro di imminente attuazione sul trasferimento delle persone condannate.

  la Commissione ritiene che il mandato di arresto europeo sia stato uno strumento utile e abbia raggiunto i propri obiettivi?

  Quali passi intende compiere per garantire che si ponga termine in pratica all'uso sproporzionato del mandato di arresto europeo?

  Come intende garantire che le persone ricercate a titolo del mandato di arresto europeo abbiano l'effettivo diritto al patrocinio giuridico nello stato che lo emette così come nello stato che lo esegue e che la decisione di non eseguire un mandato di arresto europeo comporti l'eliminazione della segnalazione Schengen?

  Quali proposte intende presentare al fine di garantire che i criteri di giustizia penale e le condizioni detentive nell'Unione europea non siano fonti di diffidenza nei confronti dei sistemi giudiziari degli Stati membri?

Presentazione: 11.5.2011

Notifica: 13.5.2011

Scadenza: 20.5.2011

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Note legali - Informativa sulla privacy