Procedura : 2014/2700(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000032/2014

Testi presentati :

O-000032/2014 (B7-0113/2014)

Discussioni :

PV 17/04/2014 - 5
CRE 17/04/2014 - 5

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 7kWORD 26k
4 febbraio 2014
O-000032/2014
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000032/2014
alla Commissione
Articolo 115 del regolamento
Brian Simpson, a nome della commissione per i trasporti e il turismo

 Oggetto: Applicazione del regolamento (CE) n. 1071/2009
 Risposta in Aula 

Il regolamento (CE) n. 1071/2009, che stabilisce norme comuni sulle condizioni da rispettare per esercitare l'attività di trasportatore su strada, è stato adottato nel 2009. Esso mira, tra le altre cose, a garantire che le imprese dispongano di una sede effettiva e stabile come una delle condizioni per ottenere il requisito dell'onorabilità e la necessaria licenza unionale per operare nel mercato interno. A tal fine l'effettiva applicazione del regolamento condurrebbe implicitamente all'eliminazione delle società di comodo. Il regolamento è entrato in vigore il 4 dicembre 2011, rendendo di fatto illegali tali società a partire da tale data.

Due anni dopo la piena applicazione del regolamento, i fatti dimostrano che le società di comodo continuano a esistere. Tuttavia, nonostante le richieste avanzate dalle parti sociali (Federazione europea dei lavoratori dei trasporti e Unione internazionale del trasporto stradale), dagli Stati membri e dal Parlamento, non vi sono dati sulle dimensioni del fenomeno (il numero delle società di comodo esistenti nell'UE, la loro ripartizione per Stato membro, ecc.) idonei a provare che determinati Stati membri non hanno rispettato i propri obblighi in materia di attuazione del regolamento.

Alla luce di quanto precede, si chiede alla Commissione di rispondere alle seguenti domande:

1. Quante società di comodo sono state chiuse negli ultimi due anni nei singoli Stati membri? Quali informazioni può fornire riguardo ai controlli nazionali, alle misure di applicazione, o alla loro mancanza?

2. Quali misure ha adottato per sviluppare un'effettiva applicazione transfrontaliera e controlli efficaci?

3. Quali misure ha adottato contro gli Stati membri che finora non hanno attuato adeguatamente il regolamento (CE) n. 1071/2009?

4. È in grado di fornire informazioni riguardo all'attuazione dei tempi di guida e dei periodi di riposo a livello di Stati membri, in particolare se gli Stati membri effettuano controlli sul periodo di riposo settimanale massimo dei conducenti del settore dei trasporti internazionali su strada e, in caso di risposta affermativa, in che modo vengono effettuati?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Note legali - Informativa sulla privacy