Interrogazione parlamentare - O-000050/2015Interrogazione parlamentare
O-000050/2015

    Direttiva sul congedo di maternità

    Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000050/2015
    alla Commissione
    Articolo 128 del regolamento
    Iratxe García Pérez, Maria Arena, a nome della commissione per i diritti della donna e l'uguaglianza di genere

    Procedura : 2015/2655(RSP)
    Ciclo di vita in Aula
    Ciclo del documento :  
    O-000050/2015
    Testi presentati :
    O-000050/2015 (B8-0120/2015)
    Votazioni :
    Testi approvati :

    Dall'inizio della nuova legislatura il Parlamento ha dichiarato esplicitamente in più occasioni, in particolare nella risoluzione del 10 marzo 2015 sui progressi concernenti la parità tra donne e uomini nell'Unione europea nel 2013, di essere pronto a interagire con il Consiglio e ad avviare negoziati sulla direttiva riguardante il congedo di maternità. Il Parlamento assume una posizione pragmatica e costruttiva ed è aperto alla ricerca di un accordo che soddisfi entrambe le istituzioni e, soprattutto, i cittadini europei. Il Parlamento ritiene che l'attuale situazione di stallo possa essere risolta se vi è sufficiente volontà politica da parte delle tre istituzioni.

    A dispetto di tali inequivocabili segnali, dal Consiglio non è pervenuta alcuna risposta. La Commissione, nel frattempo, si è detta più volte intenzionata a ritirare la proposta qualora i colegislatori non trovino una via d'uscita dall'impasse entro sei mesi.

    L'annunciato ritiro è particolarmente discutibile se si considera che il Parlamento ha concluso la prima lettura, mentre la discussione in sede di Consiglio è bloccata e compromette così l'intera procedura legislativa.

    1. Può la Commissione indicare quali iniziative sono state intraprese finora per riconciliare le posizioni di Parlamento e Consiglio?

    2. Intende la Commissione consultare il Parlamento prima di ritirare la proposta di revisione della direttiva?