Procedura : 2015/2699(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000066/2015

Testi presentati :

O-000066/2015 (B8-0555/2015)

Discussioni :

PV 09/06/2015 - 13
CRE 09/06/2015 - 13

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 99kWORD 26k
2 giugno 2015
O-000066/2015
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000066/2015
alla Commissione
Articolo 128 del regolamento
Michael Theurer, Martina Dlabajová, Nedzhmi Ali, Gerben-Jan Gerbrandy, Dita Charanzová, Frédérique Ries, a nome del gruppo ALDE

 Oggetto: Indagini dell'OLAF
 Risposta in Aula 

La relazione annuale di attività 2014 del comitato di vigilanza dell'OLAF ha sollevato alcuni seri interrogativi nell'ambito della commissione per il controllo dei bilanci, competente per le questioni relative all'OLAF. Secondo quanto indicato nella relazione, vi sono problemi riguardanti la salvaguardia dell'indipendenza del comitato di vigilanza e restano ancora da migliorare le modalità operative tra l'OLAF e il comitato di vigilanza, inoltre sono state sollevate anche preoccupazioni in merito alla conformità delle attività quotidiane dell'OLAF con il regolamento n. 883/2013. La relazione suggerisce che sia possibile apportare alcuni miglioramenti per tutelare meglio gli interessi finanziari dell'Unione.

– La mancanza di accesso alle informazioni sembra essere la principale ragione che impedisce al comitato di vigilanza di garantire appieno l'indipendenza dell'OLAF, la sua funzione investigativa, l'applicazione di garanzie procedurali e la durata delle indagini.

– Il regolamento n. 883/2013 non descrive chiaramente il ruolo del comitato di vigilanza e lascia spazio a varie interpretazioni.

– Nel 2012 l'OLAF ha avviato nello stesso giorno 423 casi sulla base di un'unica decisione del DG. Non è ancora chiaro se la decisione adottata sia stata puramente amministrativa e se siano stati considerati tutti gli aspetti giuridici.

1. Pur rispettando l'indipendenza dell'OLAF, la Commissione sta monitorando o adottando altre misure per garantire che le attività dell'OLAF siano pienamente conformi a tale regolamento?

2. Poiché le modalità operative tra l'OLAF e il comitato di vigilanza necessitano ancora di miglioramenti e poiché occorre chiarire il ruolo preciso e i diritti del comitato di vigilanza, prevede la Commissione di adottare eventuali misure proattive per agevolare tale processo come ha fatto in passato? Quali misure intende adottare la Commissione per garantire che il comitato di vigilanza possa adempiere in futuro al suo ruolo specifico?

3. Qual è il parere della Commissione in merito alla pratica dell'OLAF di avviare un considerevole numero di casi in un giorno?

4. Qual è la posizione della Commissione e quali sono i suoi piani, se presenti, per affrontare i problemi sollevati nella relazione annuale di attività 2014 del comitato di vigilanza dell'OLAF?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Note legali - Informativa sulla privacy