Procedura : 2016/2575(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000027/2016

Testi presentati :

O-000027/2016 (B8-0359/2016)

Discussioni :

PV 27/04/2016 - 20
CRE 27/04/2016 - 20

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 7kWORD 26k
15 febbraio 2016
O-000027/2016
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000027/2016
al Consiglio
Articolo 128 del regolamento
Pavel Svoboda, a nome della commissione giuridica
Cecilia Wikström, a nome della commissione per le petizioni

 Oggetto: Protezione (transfrontaliera) degli interessi superiori del bambino in Europa
 Risposta in Aula 

Con riferimento alla prossima revisione del regolamento Bruxelles II bis e alle crescenti preoccupazioni dei cittadini, che si sono tradotte in un aumento del numero di petizioni presentate al Parlamento, può il Consiglio indicare qual è la sua posizione in merito alle seguenti questioni:

1. Alla luce dell'articolo 81 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, che riguarda la cooperazione giudiziaria in materia civile, come intende semplificare i principi e gli orientamenti intesi a rafforzare la cooperazione sulle questioni transfrontaliere concernenti i minori, promuovendo misure quali la mediazione e la conciliazione, anche con la famiglia biologica, prima che un bambino sia dato in adozione, e sempre tenendo conto dei suoi interessi superiori?

2. In che modo agevolerà il dialogo e la condivisione di pratiche di eccellenza tra i servizi sociali, nell'ottica di mettere a punto politiche a sostegno delle famiglie, affinché allevino i figli prestando particolare attenzione al loro benessere, e quindi di ridurre il numero di minori che saranno alla fine affidati ai servizi di assistenza o dati in adozione? Intende incoraggiare l'affido di fratelli e sorelle alla stessa famiglia affidataria prima dell'adozione finale, onde tutelare gli interessi superiori del bambino?

3. Alla luce della diversità del patrimonio culturale e sociale, in che modo prevede di monitorare e coordinare il funzionamento dei servizi di assistenza all'infanzia negli Stati membri, prestando un'attenzione particolare alle pratiche di adozione nei casi transfrontalieri, onde assicurare la tutela degli interessi superiori del bambino?

4. Sosterrebbe la creazione, ove possibile, di sezioni specializzate all'interno dei tribunali che si occupano del diritto di famiglia, al fine di garantire la coerenza e una rapida procedura di rimpatrio nei casi transfrontalieri? Agevolerà gli organismi di mediazione transfrontaliera nell'ambito del vigente quadro di cooperazione giudiziaria nell'UE, quale ultima istanza per trattare i casi di sottrazione transfrontaliera di minori e le controversie legate alla custodia?

5. Potrebbe indicare se intende sostenere un'eventuale iniziativa europea guidata dalla Commissione, volta a lanciare un portale web in cui le pertinenti informazioni giuridiche sulle procedure di adozione degli Stati membri e un elenco delle autorità e istituzioni competenti a cui rivolgersi in caso di sottrazione transfrontaliera siano riportati in modo chiaro e accessibile?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Note legali - Informativa sulla privacy