Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000044/2017

Testi presentati :

O-000044/2017 (B8-0322/2017)

Discussioni :

PV 03/07/2017 - 15
PV 06/07/2017 - 15.1
PV 06/07/2017 - 15.2
CRE 06/07/2017 - 15.1
CRE 06/07/2017 - 15.2

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 6kWORD 16k
29 maggio 2017
O-000044/2017
Interpellanza principale con richiesta di risposta scritta seguita da discussione O-000044/2017
alla Commissione
Articolo 130 ter del regolamento
Beatrix von Storch, a nome del gruppo EFDD

 Oggetto: Interpellanza principale - Esercito dell'UE
 Risposta in Aula 

Il Presidente Juncker chiede ogni anno una maggiore integrazione verso un esercito dell'UE. L'anno scorso ha dichiarato al giornale Welt am Sonntag che un esercito dell'UE "ci aiuterebbe a delineare politiche estere e di sicurezza comuni e consentirebbe all'Europa di assumere responsabilità a livello mondiale".

Il Presidente Juncker ha poi continuato dicendo che "con un suo proprio esercito, l'Europa potrebbe reagire in modo più credibile alle minacce contro la pace in uno Stato membro o in uno Stato vicinante" e che "un esercito europeo comune lancerebbe in modo chiaro alla Russia il messaggio che intendiamo seriamente difendere i nostri valori europei".

Il Presidente Juncker si riferisce allo stesso tipo di responsabilità mondiale assunto dagli USA, vale a dire costosi e fallimentari interventi militari in Siria, Libia, Iraq, Afghanistan, Pakistan, Yemen e Somalia?

Quali sono esattamente i "valori europei" praticati da paesi vicinanti non membri dell'UE quali la Libia, la Turchia o l'Ucraina che il Presidente Juncker vorrebbe difendere?

Se uno Stato membro, o una fazione al suo interno, costituisse una minaccia contro la pace o i valori europei, il Presidente Juncker impiegherebbe un esercito europeo contro tale minaccia, e la secessione costituirebbe una minaccia ai valori europei?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Note legali - Informativa sulla privacy