Procedura : 2017/2705(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000065/2017

Testi presentati :

O-000065/2017 (B8-0606/2017)

Discussioni :

PV 15/11/2017 - 23
CRE 15/11/2017 - 23

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 7kWORD 19k
1 settembre 2017
O-000065/2017
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000065/2017
al Consiglio
Articolo 128 del regolamento
Sirpa Pietikäinen, Simona Bonafè, Mark Demesmaeker, Gerben-Jan Gerbrandy, Luke Ming Flanagan, Benedek Jávor, a nome della commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare

 Oggetto: Riesame dell'attuazione delle politiche ambientali (EIR)
 Risposta in Aula 

Il 3 febbraio 2017 la Commissione ha pubblicato la prima edizione del riesame dell'attuazione delle politiche ambientali (EIR). L'obiettivo dell'EIR è fornire una panoramica del modo in cui gli Stati membri attuano il diritto dell'UE in materia ambientale e di fornire loro sostegno, ove necessario. La pubblicazione include 28 relazioni sui singoli paesi, una sintesi dei problemi più comuni redatta dalla Commissione e proposte di miglioramento.

La valutazione della Commissione mostra carenze a livello di attuazione, soprattutto nei settori della gestione dei rifiuti, della tutela della natura e della biodiversità, della qualità dell'aria, dell'inquinamento acustico nonché della qualità e della gestione dell'acqua. É stato determinato che le cause profonde comuni di questi problemi sono l'inefficace coordinamento tra le autorità locali, regionali e nazionali, la mancanza di capacità amministrativa e di finanziamento, le carenze in termini di conoscenze e di dati, l'insufficienza dei meccanismi di garanzia della conformità e la mancanza di integrazione e coerenza delle politiche.

1. Conviene il Consiglio sulle cause profonde delle carenze a livello di attuazione identificate dalla Commissione? In che modo intende affrontare tali cause profonde, in particolare l'insufficienza dei finanziamenti e la mancanza di integrazione delle tematiche ambientali in altri settori?

2. In che modo intendono gli Stati membri dar seguito all'EIR? Sono tutti gli Stati membri disposti a tenere dialoghi strutturali sull'attuazione, garantendo nel contempo la trasparenza e un'ampia partecipazione dei soggetti interessati, comprese le ONG, le imprese e gli istituti di ricerca?

3. Sostengono gli Stati membri l'impegno della Commissione a favore dell'ampliamento dell'ambito di applicazione del prossimo EIR per includere i cambiamenti climatici, la regolamentazione delle sostanze chimiche e le emissioni industriali?

4. Conviene il Consiglio che le questioni relative all'attuazione richiedono un esame periodico e a livello politico? Sarebbe possibile organizzare una riunione annuale o semestrale del Consiglio, dedicata specificatamente all'attuazione della normativa ambientale dell'UE, al fine di assicurare un dialogo strutturato sull'attuazione, fondato su un riesame dei progressi compiuti nell'ambito dell'attuazione della normativa ambientale dell'UE a livello di Stati membri sulla base di un quadro di valutazione e mediante un'analisi comparativa delle migliori prassi, e discutere le misure correttive?

5. Organizzerà il Consiglio riunioni congiunte per affrontare l'attuazione di questioni trasversali, quali la qualità dell'aria o l'inquinamento da nitrati?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Avvertenza legale - Informativa sulla privacy