Procedura : 2018/2721(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000014/2018

Testi presentati :

O-000014/2018 (B8-0028/2018)

Discussioni :

PV 11/06/2018 - 11
PV 14/06/2018 - 14

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 8kWORD 18k
6 febbraio 2018
O-000014/2018
Interpellanza principale con richiesta di risposta scritta seguita da discussione O-000014/2018
alla Commissione
Articolo 130 ter del regolamento
Patrick Le Hyaric, Martina Michels, Paloma López Bermejo, Ángela Vallina, Tania González Peñas, Sofia Sakorafa, Marisa Matias, Josu Juaristi Abaunz, Martina Anderson, Matt Carthy, Lynn Boylan, Liadh Ní Riada, Eleonora Forenza, João Ferreira, João Pimenta Lopes, Miguel Viegas, Younous Omarjee, Xabier Benito Ziluaga, Javier Couso Permuy, Curzio Maltese, Lola Sánchez Caldentey, Luke Ming Flanagan, Barbara Spinelli, Nikolaos Chountis, Takis Hadjigeorgiou, Marina Albiol Guzmán, Marie-Christine Vergiat, Neoklis Sylikiotis, Merja Kyllönen, Kostadinka Kuneva, Maria Lidia Senra Rodríguez, Miguel Urbán Crespo, Helmut Scholz, Marie-Pierre Vieu, Dimitrios Papadimoulis, Stelios Kouloglou, Estefanía Torres Martínez, Sabine Lösing

 Oggetto: Interpellanza principale - Partecipazione di Israele ai progetti finanziati da Orizzonte 2020

Il progetto di ricerca "Law Train", finanziato dall'UE nell'ambito del programma di ricerca e innovazione Orizzonte 2020, e al quale partecipa Israele, è destinato ad "armonizzare e a condividere tecniche di interrogatorio tra i paesi interessati, per far fronte alle nuove sfide della criminalità transnazionale".

Il progetto usufruisce di un bilancio di 5 095 687,50 EUR, la metà dei quali sarà trasferita alle istituzioni israeliane interessate, ed è coordinato, tra l'altro, dal Ministero israeliano della sicurezza (MIS).

1. Ha la Commissione preso in esame le infrazioni gravi e ripetute del MIS alle disposizioni del regolamento finanziario dell'UE (articolo 106), della Convenzione internazionale contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, disumani o degradanti (articolo 1 e articolo 4), dello Statuto di Roma della Corte penale internazionale (articolo 7 e articolo 8), della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea (articolo 4) e della quarta Convenzione di Ginevra (articoli 4, 76 e 147), prima di accettare la partecipazione del MIS al progetto?

2. Alla luce delle ripetute violazioni del diritto internazionale commesse dal governo israeliano, comprovate dalle condizioni di detenzione e di imprigionamento dei prigionieri palestinesi, dall'occupazione dei territori palestinesi, dalla distruzione di infrastrutture umanitarie palestinesi finanziate dall'UE e dal mancato rispetto delle risoluzioni delle Nazioni Unite, non sarebbe il momento di decidere di porre fine a qualsiasi partecipazione di organismi israeliani ai progetti finanziati da Orizzonte 2020?

Lingua originale dell'interrogazione: FR
Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2018Avvertenza legale - Informativa sulla privacy