Interrogazioni parlamentari
PDF 7kWORD 19k
31 maggio 2018
O-000059/2018
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000059/2018
alla Commissione
Articolo 128 del regolamento
Louis Michel, Catherine Bearder, Gerben-Jan Gerbrandy, Frédérique Ries, a nome del gruppo ALDE

 Oggetto: La chiusura del mercato dell'avorio dell'UE per combattere il bracconaggio

Il commercio illecito di avorio è più che raddoppiato dal 2007. Secondo le stime i bracconieri uccidono 55 elefanti ogni giorno. Oltre all'impatto diretto sulle specie e sugli ecosistemi, il bracconaggio e il traffico illegale compromettono la sicurezza, lo sviluppo, lo Stato di diritto e la stabilità nei paesi interessati in Africa. Il bracconaggio è inoltre legato alla corruzione, alla criminalità organizzata, al finanziamento dei gruppi armati e alle uccisioni di guardie forestali. Gli Stati Uniti, la Cina, Hong Kong e il Regno Unito hanno già adottato misure per chiudere i loro mercati nazionali prevedendo solo alcune eccezioni, che sono molto più rigorose rispetto a quelle attualmente in vigore nell'UE. I gruppi per la protezione della fauna selvatica, le organizzazioni internazionali, i ricercatori e le autorità nei paesi africani chiedono all'UE di chiudere il suo mercato nazionale. Nel marzo 2018 alla Commissione è stata presentata una petizione firmata da oltre 1,2 milioni di cittadini per porre fine al commercio di avorio. Il Parlamento europeo ha ripetutamente chiesto la chiusura del mercato europeo dell'avorio, mentre il Consiglio ha chiesto ulteriori misure per porre fine al commercio di avorio. La Commissione ha avviato una consultazione pubblica per stabilire se siano necessarie misure più rigorose.

Alla luce di quanto precede può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

1. Può garantire che l'attuale mercato nazionale legale di avorio nell'UE non contribuisca al bracconaggio o al commercio illegale, vista in particolare la difficoltà nel distinguere l'avorio legale da quello illegale? Condivide il timore che il commercio legale stimoli la domanda e comprometta gli sforzi relativi all'applicazione della legge?

2. Ritiene che vi sia un'interpretazione e un'applicazione uniforme da parte degli Stati membri in merito alle disposizioni giuridiche vigenti dell'UE in materia di scambi intra-UE di avorio ed esportazione di avorio? In caso contrario, quali ulteriori azioni intende intraprendere?

3. Come intende dare attuazione concreta alle raccomandazioni dello studio del 2015 dal titolo "Larger than Elephants" condotto per la DG DEVCO, in particolare per quanto concerne la necessità di chiudere i mercati nazionali dell'avorio e di distruggere eventuali depositi di avorio, e intende stanziare fondi a tale scopo?

4. Alla luce degli impegni dell'UE in materia di conservazione della biodiversità e alla luce del principio di precauzione, intende la Commissione chiudere il mercato dell'avorio dell'UE? Quali altre misure intende adottare la Commissione per affrontare l'urgenza del problema e incoraggiare gli Stati terzi a chiudere i propri mercati dell'avorio?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 5 giugno 2018Avvertenza legale - Informativa sulla privacy