Procedura : 2018/2965(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000015/2019

Testi presentati :

O-000015/2019 (B8-0017/2019)

Discussioni :

PV 25/03/2019 - 14
CRE 25/03/2019 - 14

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 40kWORD 19k
11 febbraio 2019
O-000015/2019

Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000015/2019

alla Commissione

Articolo 128 del regolamento

Claude Moraes

a nome della commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni


  Oggetto: Situazione dello Stato di diritto e della lotta contro la corruzione nell'UE, in particolare a Malta e in Slovacchia

 Risposta in Aula 

Il rispetto dello Stato di diritto, della democrazia, dei diritti umani e delle libertà fondamentali, nonché dei valori e dei principi sanciti dai trattati dell'UE e dagli strumenti internazionali in materia di diritti umani costituiscono obblighi per l'Unione e i suoi Stati membri. I recenti omicidi di giornalisti investigativi hanno sconvolto l'opinione pubblica europea e hanno avuto un effetto di intimidazione sui giornalisti dell'UE. In tale contesto, nell'ambito di competenza della commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (LIBE), nel giugno 2018 è stato istituito un gruppo di monitoraggio dello Stato di diritto (ROROMG), con il mandato generale di monitorare la situazione per quanto riguarda lo Stato di diritto e la lotta contro la corruzione all'interno dell'UE, e di affrontare situazioni specifiche, in particolare a Malta e in Slovacchia. Nel corso della sua attività, il ROLMG ha individuato diverse carenze trasversali che rischiano di indebolire lo Stato di diritto, la separazione dei poteri e l'indipendenza della magistratura in alcuni Stati membri.

In queste circostanze, il Parlamento vorrebbe chiedere alla Commissione quali misure potrebbe prendere in considerazione, e in quale lasso di tempo, in relazione a:

 il monitoraggio della situazione negli Stati membri in relazione alle violazioni della democrazia, dello Stato di diritto e dei diritti fondamentali, in particolare per quanto riguarda la separazione dei poteri, l'indipendenza della magistratura, la lotta contro la corruzione, la sicurezza dei giornalisti e la libertà dei media e l'impatto dei programmi di "Visti d'oro" / "investitori" sull'acquisizione della cittadinanza dell'UE;

 consentire alle agenzie dell'Unione di partecipare in modo più dinamico alle indagini negli Stati membri, dando loro ad esempio la possibilità di avviare in modo proattivo la costituzione di squadre investigative comuni;

 presentare, a tempo debito, una proposta relativa a un meccanismo globale dell'UE in materia di democrazia, Stato di diritto e diritti fondamentali, tenendo conto delle risoluzioni del Parlamento del 25 ottobre 2016[1] e del 14 novembre 2018[2]?

Presentazione: 11.2.2019

Notifica: 13.2.2019

Scadenza: 20.2.2019

[1]  Risoluzione del Parlamento europeo del 25 ottobre 2016 recante raccomandazioni alla Commissione sull'istituzione di un meccanismo dell'UE in materia di democrazia, Stato di diritto e diritti fondamentali – GU C 215 del 19.6.2018, pag. 162.

[2]  Risoluzione del Parlamento europeo del 14 novembre 2018 sulla necessità di un meccanismo globale dell'UE per la protezione della democrazia, lo Stato di diritto e i diritti fondamentali, Testi approvati, P8_TA(2018)0456.

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2019Avvertenza legale - Informativa sulla privacy