Interrogazioni parlamentari
PDF 42kWORD 10k
21 febbraio 2020
O-000017/2020
Interrogazione con richiesta di risposta orale  O-000017/2020
alla Commissione
Articolo 136 del regolamento
Kati Piri, Tanja Fajon, Tonino Picula, Andreas Schieder
a nome del gruppoS&D
 Oggetto: Interferenza ungherese nei media in Slovenia e Macedonia del Nord

Il portale sloveno Necenzurirano ha recentemente pubblicato i dettagli di un'operazione di intelligence politica, confermando le affermazioni contenute nella relazione della rete radiotelevisiva TV Nova, della Macedonia del Nord, in data 8 maggio 2018, intitolata "Orbán in azione per salvare gli altoparlanti di Gruevski". I leader ungheresi, utilizzando banche e aiutanti sloveni, hanno organizzato un'operazione internazionale per raccogliere intelligence politica e sostegno destinanti ai mezzi di informazione che hanno legami con il partito di opposizione macedone VMRO-DPMNE. L'obiettivo di questa operazione è quello di rovesciare il governo del primo ministro Zaev, in occasione delle elezioni del 12 aprile 2020, e di porre fine all'accordo di Prespa. I proprietari di vari mezzi di informazione ungheresi vicini al Partito democratico sloveno di Janez Janša, finanziati da imprese vicine al primo ministro Orbán, hanno svolto un ruolo fondamentale. Il Necenzurirano ha ricevuto dati e informazioni che dimostrano che almeno tre società con stretti rapporti con il Fidesz hanno disposto, in una fase operativa nel mese di agosto 2018, di 4 milioni di EUR, di cui 1,5 milioni di EUR sono rimasti in Slovenia e 2,5 milioni di EUR sono stati trasferiti nella Macedonia del Nord. L'associazione dei giornalisti sloveni ha riscontrato che i tentativi di gettare discredito sul governo della Macedonia del Nord e l'intensità degli attacchi sono diventati una minaccia per la libertà dei media e la democrazia.

1. In che modo la Commissione può garantire che gli Stati membri non interferiscano nei processi democratici dei paesi candidati e di altri Stati membri e come può prevenire interferenze analoghe in futuro?

2. La Commissione ha chiesto, o intende chiedere, alla delegazione dell'UE a Skopje/alla sua Rappresentanza a Lubiana di indagare sulla questione e di renderne pubblici i risultati?

3. Intende adottare misure appropriate per obbligare Google, Facebook e altri giganti della tecnologia a elencare l'entità giuridica che ha pagato il contenuto e la pubblicità ed è responsabile della diffusione di notizie false (come ha fatto in risposta al caso Cambridge Analytica)?

4. Intende la Commissione chiedere al governo ungherese se ha interferito nei processi democratici di un paese candidato e di uno Stato membro?

5. Come valuta l'impatto di questi eventi sulla libertà dei media nella Macedonia del Nord e in Slovenia?

Presentazione: 21/02/2020

Scadenza: 22/05/2020

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 10 novembre 2020Note legali - Informativa sulla privacy