Procedura : 2019/2816(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000040/2020

Testi presentati :

O-000040/2020 (B9-0015/2020)

Discussioni :

PV 14/09/2020 - 17
CRE 14/09/2020 - 17

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 43kWORD 10k
4 giugno 2020
O-000040/2020
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000040/2020
al Consiglio
Articolo 136 del regolamento
Cristian-Silviu Buşoi, Günther Sidl, Jan Huitema, Michèle Rivasi, Simona Baldassarre, Joanna Kopcińska, Kateřina Konečná
a nome della commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare
 Risposta in Aula 
 Oggetto: Approccio strategico riguardo all'impatto ambientale dei farmaci

L'11 marzo 2019 la Commissione ha adottato una comunicazione su un approccio strategico dell'Unione europea riguardo all'impatto ambientale dei farmaci (COM(2019)0128). A norma dell'articolo 8 quater della direttiva sulle sostanze prioritarie, l'approccio strategico dovrebbe essere seguito, ove opportuno, da proposte di misure da adottare a livello di Unione e/o di Stato membro per contrastare il possibile impatto ambientale delle sostanze farmaceutiche, al fine di ridurre gli scarichi, le emissioni e le perdite di tali sostanze nell'ambiente acquatico, tenendo conto delle esigenze di salute pubblica e di efficacia dal punto di vista dei costi delle misure proposte. Affinché siano efficaci e affinché gli sforzi siano condivisi equamente, le misure non solo dovrebbero prevedere controlli a valle (ad esempio un miglior trattamento delle acque reflue) ma anche prendere in considerazione le fonti originarie delle emissioni (ad esempio la produzione e l'uso) e tener conto sia dell'ambiente terreste sia di quello acquatico.

La comunicazione definisce sei ambiti di intervento e diverse azioni specifiche relative a possibili misure: incrementare le attività di sensibilizzazione e promozione di un impiego prudente dei farmaci, sostenere lo sviluppo di farmaci intrinsecamente meno pericolosi per l'ambiente e promuovere processi di fabbricazione più rispettosi dell'ambiente, migliorare la valutazione del rischio ambientale e il relativo riesame, ridurre la produzione di rifiuti e migliorarne la gestione, ampliare la portata del monitoraggio ambientale, e colmare altre lacune in termini di conoscenze.

Nelle sue conclusioni del giugno 2019, il Consiglio ha sottolineato la necessità che la Commissione valuti e definisca "le misure più efficaci, anche di carattere legislativo, per attenuare gli effetti dei prodotti farmaceutici sull'ambiente e contrastare lo sviluppo della resistenza antimicrobica e per rafforzare il legame con il settore sanitario al riguardo".

1. Qual è la posizione del Consiglio riguardo all'approccio strategico e alle azioni proposte dalla Commissione?

2. Quali misure legislative e non legislative intende il Consiglio sostenere per ridurre i rischi causati dalla presenza di farmaci nell'ambiente?

Presentazione: 04/06/2020

Scadenza: 05/09/2020

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 9 giugno 2020Note legali - Informativa sulla privacy